Home Cultura Cultura Genova

Rubens a Genova supera i 20mila visitatori

0
CONDIVIDI
“Rubens a Genova” supera i 20mila visitatori e “Disney. L’arte di raccontare storie senza tempo” a Palazzo Ducale 
“Rubens a Genova” supera i 20mila visitatori e “Disney. L’arte di raccontare storie senza tempo” a Palazzo Ducale 

“Rubens a Genova” supera i 20mila visitatori e “Disney. L’arte di raccontare storie senza tempo” a Palazzo Ducale 

“Rubens a Genova” supera i 20mila visitatori . Oltre 8mila presenze al Festival Limes e il raggiungimento di quota 20mila visitatori per la mostra “Rubens a Genova” e di 10mila per “Disney L’arte di raccontare storie senza tempo”. È stato un week end di largo successo per le iniziative di Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura che conferma sempre più il proprio ruolo di centro culturale non soltanto in Liguria, ma anche a livello nazionale.

La IX edizione del Festival di Limes, la rivista di geopolitica diretta da Lucio Caracciolo, ha scelto come di consueto Palazzo Ducale per affrontare – da venerdì 11 a domenica 13 novembre – temi decisivi nel panorama della politica internazionale.

Gli incontri – tutti ad ingresso gratuito – sono stati trasmessi integralmente anche in diretta streaming sul Canale YouTube di Palazzo Ducale (6mila visualizzazioni) e su quello di Repubblica-la Stampa-Limes (55mila visualizzazioni).

Molto seguito anche l’incontro con le scuole nel mattino di venerdì 11 con circa 400 studenti nella Sala del Maggior Consiglio e oltre 50 classi collegate in streaming.

“Tutto un altro mondo”: è stato questo il tema di quest’anno e gli argomenti trattati hanno avuto come “inevitabile” orizzonte la guerra ucraina con le sue ripercussioni economiche, geopolitiche e di sicurezza per il nostro paese, l’Europa e il resto del mondo.

Esperti, storici, giornalisti, economisti si sono succeduti in questa tre giorni densa di dibattiti, incontri e approfondimenti, toccando – tra le altre – tematiche come gli effetti destabilizzanti, in Eurasia e altrove, di una campagna militare russa ancora in pieno svolgimento, gli equilibri e i rapporti di forza tra potenze occidentali e Cina, l’emergenza negli approvvigionamenti energetici, le ripercussioni economiche delle sanzioni alla Russia di Putin.

«Sono entusiasta di queste tre intense giornate del Festival che hanno portato a Palazzo Ducale migliaia di persone – tra cui moltissimi giovani, un dato che voglio sottolineare perché è particolarmente importante – desiderose di ascoltare una pluralità di voci e di costruire strumenti per leggere la complessità del mondo e il suo cambiamento – dichiara il presidente di Palazzo Ducale Giuseppe Costa –. Grazie a Limes, ai relatori e ai lavoratori e alle lavoratrici di Palazzo Ducale che hanno reso possibile questo risultato».

«Stiamo assistendo alla nascita di “Tutto un altro mondo” – commenta Lucio Caracciolo, direttore di Limes la Rivista Italiana di Geopolitica, al termine della IX edizione del Festival a Palazzo Ducale –. Un mondo meno sicuro ma anche un’opportunità per crescere, per diventare più responsabili. Per questo le tre giornate a Palazzo Ducale sono state il trampolino di lancio di un progetto di educazione alla responsabilità civile e geopolitica su cui misureremo il futuro dell’Italia.

Un progetto incarnato anche dalla scuola di Limes che è ormai al terzo anno e che con il suo successo conferma quanto i giovani siano coscienti di dover prendere il loro futuro nelle proprie mani. Un grazie di tutto cuore a Palazzo Ducale e alle migliaia di partecipanti al Festival 2022. All’anno prossimo, per il Festival del Decennale».