Home Cronaca Cronaca Genova

Progetto: viale Brigate Partigiane come avenue des Champs Élysées

2
CONDIVIDI

Idea per un progetto. Come erano una volta, con le aiuole al centro. Oppure come l’avenue des Champs Élysées anche per rendere più piacevole il passeggio e incrementare lo sviluppo commerciale?

Un giovane utente del gruppo Fb “Genova contro il degrado..”, che si è laureato all’Università in Progettazione di Aree verdi e del Paesaggio, oggi ha lanciato la proposta-sfida sui social network pubblicando una foto dei celebri viali parigini e una di viale delle Brigate Partigiane prima degli interventi sulla zona della foce del Bisagno.

L’idea potrebbe valere anche per il prolungamento verso viale Brigata Bisagno.


“Andrò contro corrente – ha spiegato il giovane utente Fb – ma se potessi decidere come rendere viale delle Brigate Partigiane non ritornerei alla disposizione degli anni 60/70 composta da aiuole centrali, alla quale senza dubbio andrebbe fatta un maestosa manutenzione – e quale sarebbe la fruizione di un’isola in mezzo al traffico?

Mi ispirerei invece agli Champs Élysées, spostando la carreggiata nell’asse centrale, allargando i marciapiedi e inserendo due filari alberati, con al di sotto qualche siepe.

In questo modo si valorizzerebbero i percorsi pedonali di ambo i lati e le relative attività commerciali ne gioverebbero, infatti si avrebbe un filtro verde(scegliendo a regola d’arte le specie vegetali alberate tenenendo conto della resistenza agli inquinanti e alla capacità di trattenere le polveri sottili) che aumenterebbe la vivibilità e la piacevolezza del passeggiare lungo i negozi.
Vorrei avere un vostro parere prima di fare una prova di progetto”.

E voi che ne pensate?

 

 

2 COMMENTI

  1. Ottima idea. Con il traffico al centro nei controviali ci starebbero anche le puste ciclabili. Piste ciclabili al centro sarebbero meno fruibili.

Rispondi