Home Economia Economia Genova

Porto di Genova, non c’è più pace. Camalli e sindacati: domani sciopero di 24 ore

0
CONDIVIDI
Genova e il suo porto (foto d'archivio)

E’ stato confermato lo sciopero in programma per domani nel Porto di Genova, che si fermerà per 24 ore.

L’incontro di stamane convocato dall’Autorità di sistema portuale con terminalisti e sindacati non è servito a evitare la protesta e a disinnescare la rottura della pace sociale nelle aree portuali.

I “camalli” e i sindacati hanno confermato lo stop dichiarato in risposta alla lettera consegnata (anche se a mano e non protocollata) dei terminalisti al presidente dell’Autorità di sistema portuale in cui si diffida e mette in mora l’Autorità portuale per non avere vigilato sulle azioni della Culmv, comprese le richieste di adeguamenti tariffari ai terminalisti.

Si tratta di circa 8 milioni di euro dal 2013 ad oggi, che secondo riferito, le aziende potrebbero chiedere indietro come risarcimento danni.

Domattina niente cortei, ma è previsto un presidio al varco di ponte Etiopia dalle 5.45 alle 8.30 e poi sotto la sede di Confindustria Genova dalle 9.30 alle 12.