Home Cultura Cultura Genova

Poetry slam: le poesie volano sulle ali dell’Albatros!

0
CONDIVIDI
Poetry slam: le poesie volano sulle ali dell’Albatros!, location d’eccezione per il ritorno di Senti Che Muscoli SP!
Poetry slam: le poesie volano sulle ali dell’Albatros!, location d’eccezione per il ritorno di Senti Che Muscoli SP!

Poetry slam: le poesie volano sulle ali dell’Albatros!, location d’eccezione per il ritorno di Senti Che Muscoli SP!

Poetry slam: le poesie volano sulle ali dell’Albatros! La gara tra poeti organizzata dai Mitilanti. Le poesie in gara, votate dal pubblico presente, parleranno di mare e ecologia. Tra i partecipanti anche il campione del mondo di poetry slam.

Dopo la lunga pausa dovuta al covid tornano ad animare le notti spezzine le gare di poesia. Sono i poetry slam, competizione-spettacolo in cui gli autori si sfidano declamando i propri versi e sottoponendoli al giudizio di una giuria composta da rappresentanti del pubblico.

Un format nato in America negli anni ottanta, che sta negli ultimi anni riscuotendo un successo crescente in tutta Europa, Italia compresa. Basti pensare che nel nostro paese, ogni anno, si organizzano oltre trecento poetry slam, raggruppati in un vero e proprio torneo nazionale, gestito dalla LIPS (Lega Italiana Poetry Slam). Da Torino a Bari, da Cagliari a Roma, in quasi tutte le città dello stivale spuntano nuove date di questo campionato della poesia.

E il Golfo dei Poeti non poteva certo mancare a quest’appello. Grazie all’opera dei Mitilanti, il collettivo di giovani autori spezzini, da sempre attivo nella promozione della poesia, la nostra città è, da anni, teatro di uno degli eventi più noti del paese, il Senti Che Muscoli Slam Poetry!, nome che, come è tipico nel lavoro dei Mitilanti, vuole rimarcare un forte legame col territorio: il poetry slam, sì, ma in salsa tipicamente spezzina!

E per amplificare ancor più questo effetto, i cinque ragazzi con la maglia a righe hanno scelto, per il ritorno, una location d’eccezione. Grazie alla collaborazione con la cooperativa Navigazione Golfo dei Poeti e al sostegno di Coop Liguria, la quarta edizione del Senti Che Muscoli, avrà come palcoscenico il ponte dell’Albatros, quello che, dagli anni ’80 tanti cittadini e turisti ha condotto dal capoluogo alle spiagge della Palmaria e che è universalmente riconosciuto come il traghetto degli spezzini.

“Volevamo fare qualcosa di diverso dal solito, qualcosa di unico – affermano i Mitilanti dal loro quartier generale – e, grazie alla disponibilità della Navigazione Golfo Dei Poeti, è nata questa folle idea di portare il poetry slam sull’Albatros. L’indispensabile aiuto di Coop Liguria ha poi reso possibile trasformare quest’idea in realtà!”

Appuntamento quindi per la prima di tre serate, questo venerdì 20 maggio, dalle ore 21 all’imbarcadero di passeggiata Morin. Il palco sarà allestito sul ponte sole del traghetto, che rimarrà per tutta la durata dello spettacolo, ormeggiato in banchina. Almeno una poesia di ogni partecipante affronterà il tema della sostenibilità marina e dell’ecologia.

Di primordine il campo partecipanti, selezionato tramite bando nazionale dai Mitilanti stessi. A darsi battaglia saranno: il padovano Giampaolo Marcolin del collettivo Rime Scolate di Padova, il riminese Lorenzo Mura, fondatore di Vividi Versi e recente vincitore di un torneo nazionale a Modena, gli spezzini Manuel Picciolo e Cristian Zinfolino, in arte Kosmonavt, la siciliana Eleonora Fisco, già finalista nazionale e Giulia “Olympia” Doneddu e Giuliano Logos, del collettivo romano Wow – Incendi Spontanei. Quest’ultimo è, oltretutto, il campione del mondo in carica di poetry slam, avendo trionfato nella competizione intercontinentale tenutasi lo scorso maggio a Parigi.

L’ingresso alla serata costa 10 euro. I biglietti saranno acquistabili in prevendita sul sito di Navigazione Golfo Dei Poeti e, fino ad esaurimento dei posti, la sera stessa, direttamente all’imbarco.

A bordo dell’Albatros sarà organizzato anche un punto bar a offerta libera, gestito dai Mitilanti, nell’ottica di raccogliere fondi per le future iniziative.

Sul mare del Golfo dei Poeti, a bordo di una nave che porta il nome d’una famosa lirica di Charles Baudelarie, sembra proprio inevitabile che questo venerdì sera, alla Spezia, si faccia poesia!