Home Consumatori Consumatori Genova

Pieve Ligure, anticipati tempi ristrutturazione del semaforo sull’Aurelia

0
CONDIVIDI
Il semaforo posto sull'Aurelia all'incrocio con Pieve Ligure

In conseguenza delle gravi problematiche alla viabilità lungo la statale Aurelia, sulla quale si riperquotono le conseguenze del traffico generato dalle chiusure e dai cantieri di lavoro in atto sul tratto della autostrada A12 Genova-Livorno che comportano il riversamento sulla viabilità ordinaria di tutto il traffico autostradale, l’Amministrazione Comunale ha deciso di anticipare i tempi di ristrutturazione dell’impianto semaforico posto all’intersezione con la strada per Pieve Alta.

I lavori in questione erano già stati programmati per il mese di gennaio 2020, subito dopo l’approvazione del bilancio di previsione con il quale venivano stanziate le somme necessarie, ma lo slittamento dei termini per l’approvazione del bilancio – causa Coronavirus – ha comportato una ricalendarizzazione dell’intervento che si sarebbe dovuto svolgere al termine della stagione estiva.

“Abbiamo ritenuto necessario – spiega il sindaco di Pieve Ligure Adolfo Olcese – intervenire con urgenza per limitare i disagi all’utenza ed è stato chiesto alla ditta appaltatrice di eseguire parte dei lavori nella giornata di ieri, venerdì 26 giugno.

L’intervento complessivo prevede la sostituzione di tutte le lanterne semaforiche, ormai obsolete, con quelle nuove, sempre a led come le precedenti ma con una migliore efficienza energetica. È prevista, inoltre, la sostituzione della centralina semaforica: proprio quest’ultima attività è stata eseguita in anticipo.

Già da anni l’impianto è dotato di spire annegate nell’asfalto che rilevano il passaggio dei veicoli in tutte le direzioni di marcia e, in automatico, regolano i tempi semaforici in base al traffico presente su ogni direttrice, all’interno di un intervallo prefissato”.

“Se in situazioni normali questa programmazione ha sempre permesso di ottimizzare il funzionamento dell’impianto per evitare code – conclude il sindaco – le condizioni eccezionali come quelle che si sono verificate nel mese di giugno con degli elevati volumi di traffico, hanno messo in luce alcuni limiti nel processo di modulazione dei segnali di via.

La nuova centralina invece è programmata per gestire in automatico anche tali situazioni in tempo reale e con un’ampia fascia di modulazione, essendo dotato di un sistema per il controllo e la gestione da remoto che, abbinato all’impianto di videosorveglianza comunale, permette di poter sempre intervenire in tempo reale per gestire ulteriori criticità.