Home Cronaca Cronaca Genova

Pestaggio autosalone Borzoli, pm chiede condanna tre imputati accusati di estorsione

0
CONDIVIDI
Palazzo di Giustizia a Genova (foto di repertorio)

La procura di Genova oggi ha chiesto la condanna per tre imputati, ritenuti responsabili del pestaggio avvenuto nel settembre 2017 presso l’autosalone Giorgio Auto in via Borzoli.

I pm hanno chiesto otto anni di reclusione per il 40enne Alessandro Fiori, nato a Sassari, sette anni per il 20enne Michael Vavalà, nato a Genova, cinque anni per il 32enne Florenc Hasa, nato in Albania.

In quell’occasione il titolare genovese della rivendita di auto e un cliente sudamericano erano stati picchiati con una mazza da baseball.

Le accuse sono di estorsione e lesioni gravissime.

Secondo gli investigatori della Squadra Mobile genovese, i tre avevano aggredito e pestato il cliente e il titolare dell’autosalone. Uno di loro sarebbe stato in possesso anche di una pistola.

Alla violenta aggressione avevano assistito alcuni residenti che avevano chiamato la polizia.

Le indagini avevano permesso di individuare i tre, tutti pregiudicati, e di appurare che il gruppo aveva anche disponibilità di armi che, di volta in volta, immettevano nel mercato clandestino, utilizzando i contatti che uno di loro aveva negli ambienti criminali.

Nel corso dell’inchiesta, uno degli imputati era stato arrestato perché dalle intercettazioni era emerso che al culmine di un litigio con la compagna aveva preso un’arma da un conoscente e aveva minacciato di usarla contro la donna.

Le indagini comunque proseguono per capire se il gruppo fosse dedito abitualmente alle estorsioni e quante armi avessero a disposizione, magari nascoste da complici.