Home Cronaca Cronaca Genova

Opere elicoidale e Ponte di Genova: segnalazioni per inosservanza norme ambientali

0
CONDIVIDI
Elicoidale S. Benigno a Genova (foto di repertorio fb)

“Una segnalazione di inosservanza delle norme ambientali è stata inviata da Assoutenti Genova al commissario per la ricostruzione del Ponte Morandi e sindaco di Genova Marco Bucci, all’assessore comunale alla Sicurezza Stefano Garassino, al Comando della Polizia locale e alla procura della Repubblica”.

Lo hanno annunciato ieri i responsabili di Assoutenti.

“L’associazione – hanno aggiunto – anche in rappresentanza di circa 300 famiglie da cui ha ricevuto delega, ha segnalato i reiterati e continui episodi di violazione delle norme ambientali (livello polveri, emissioni sonore, ecc) connesse con le opere in corso di ricostruzione dell’ex Ponte Morandi e dell’elicoidale”.

“Obiettivo di questa segnalazione – ha spiegato Maria Desogus Coordinatrice del ‘Comitato degli Esclusi’ di Assoutenti –  non è naturalmente quello di rallentare i lavori, ma di far sì che questi siano realizzati in sicurezza e nel rispetto delle norme ambientali.

La questione della sicurezza delle aree adiacenti al cantiere – ha sottolineato l’avvocato Luca Cesareo che per Assoutenti sta seguendo la vicenda – riguarda migliaia di abitanti che hanno il diritto ad aver assicurata la loro salute e la quiete pubblica e, nell’eventualità che ciò non si verifichi, a ricevere un adeguato indennizzo per i danni subiti”.

Parallelamente, come ha precisato Rosanna Stifano, presidente di Assoutenti Genova,  l’associazione sta approntando uno spazio web dedicato a raccogliere le segnalazioni foto e video dei cittadini circa i disagi che stanno vivendo: “Il nuovo ponte è motivo di orgoglio e simbolo di ripresa per tutta la città comprese le famiglie che vivono accanto al cantiere ed è giusto che questo passaggio verso il futuro di Genova avvenga in totale trasparenza, ascoltando la voce e il punto di vista di chi ancora vive sulla sua pelle le conseguenze della grande tragedia di due anni fa”.