Home Cronaca Cronaca Genova

Loro per noi ci sono sempre: Esercito Italiano presenta a Genova calendario 2020

0
CONDIVIDI
Nuovo calendario Esercito Italiano

Loro per noi ci sono sempre. Dalle missioni di pace all’estero all’operazione “Strade Sicure” nelle nostre città, come nel Centro storico di Genova.

Nella prestigiosa sala delle grida del Palazzo della Borsa di Genova, il prossimo 13 dicembre, Il Comando Militare Esercito “Liguria” presenterà alle autorità locali e alla cittadinanza l’edizione 2020 del calendario dell’Esercito (CalendEsercito) che la Forza Armata ha voluto quest’anno dedicare ai “Soldati” ossia “a coloro che hanno scelto di servire in armi la Patria con lealtà e orgoglio, capaci di sacrificare la vita per la difesa del nostro Paese e il bene della collettività”.

L’opera è un viaggio attraverso tutte le componenti dell’Esercito ed è stata una preziosa occasione per celebrare le Armi, i Corpi e le Specialità, gli equipaggiamenti, i mezzi e sistemi d’arma peculiari di ciascuna, ripercorrendone le origini, i compiti, le caratteristiche di impiego e il contributo in termini operativi.

L’evento sarà ufficialmente aperto dal Comandante del CME “Liguria” Colonnello Gianfranco Francescon che presenterà l’opera nel suo insieme e, nelle vesti di moderatore, coordinerà alcuni successivi brevi interventi che racconteranno al pubblico le dirette esperienze vissute in qualità di comandanti, operatori del genio specializzati negli interventi in pubbliche calamità ed operatori delle forze speciali, testimonianza diretta dell’impegno quotidiano di Soldati al servizio del Paese e, nel contempo, della vicinanza della Forza Armata alla popolazione, in piena coerenza con il motto dell’Esercito #noicisiamosempre  e #dipiùinsieme .

Nel corso della presentazione interverrà anche la famiglia Chierotti, per sottolineare, attraverso il ricordo del vile attentato al figlio Tiziano (militare del 2° reggimento alpini caduto in Afghanistan nel 2012) il valore di chi, soldato, ha sacrificato la propria vita per la difesa del nostro Paese e il bene della collettività.