Home Cultura Cultura Genova

Intervallo, l’urbanità italiana in tempo di peste

0
CONDIVIDI
Intervallo, l'urbanità italiana in tempo di peste

“Racconti in tempo di peste” dedica il Giorno 90 (6 giugno 2020) a “Intervallo – L’urbanità italiana in tempo di peste”, progetto di Corrado d’Elia, Stefano Fera e Sergio Maifredi.

Gli spettatori sono invitati a inviare le foto delle piazze e delle città italiane svuotate dal Coronavirus. Saranno montate in un videoclip come in un nuovo Intervallo della Rai anni Settanta e pubblicate sulla pagina Facebook “Racconti in tempo di peste”, una stagione on line prodotta da Teatro Pubblico Ligure e Compagnia Corrado d’Elia con la direzione artistica di Sergio Maifredi e Corrado d’Elia.

Fotografare, tutti insieme, un periodo eccezionale, un Intervallo appunto, della nostra vita, ma anche del nostro Paese e dell’umanità tutta, in cui l’urbanità delle nostre piazze, delle nostre città si è manifestata nella sua straordinaria potenza. Sarà come costruire un nuovo Intervallo sul modello della Rai anni Settanta. Il progetto di Corrado d’Elia, Stefano Fera e Sergio Maifredi, prodotto da Teatro Pubblico Ligure e Compagnia Corrado d’Elia, prende le mosse dal video “Il video, grande urbanista” di Stefano Fera, pubblicato venerdì 8 maggio nei Racconti in tempo di peste, stagione on line di cui Intervallo costituisce il Giorno 90, il 6 giugno 2020.

Il link al video di Stefano Fera QUI

In molti, durante i giorni di quarantena, al vedere attraverso internet le città italiane completamente svuotate dal virus, abbiamo sognato di poterle sorvolare a cavallo di un drone, stile barone di Münchausen, per ammirarne la bellezza metafisica, a ogni ora del giorno, dall’alba al tramonto. Purtroppo, invece, eravamo confinati in casa e potevamo fotografare solo quel che vedevamo da finestre, balconi, terrazze, altane, abbaini, giardini, ecc., o durante le poche sortite per gli approvvigionamenti domestici.

Vogliamo mettere insieme i nostri singoli sguardi, scatti, per comporre un Archivio dell’Urbanità Italiana in Tempo di Peste.

Per partecipare a Intervallo, 90esima giornata di Racconti in tempo di peste, invitiamo il nostro pubblico ad inviare foto di strade, piazze, giardini, parchi e luoghi urbani in genere, ripresi sia con macchina fotografica, sia con cellulare, durante i giorni di quarantena. Le foto raccolte saranno montate in un video clip come il celebre Intervallo Rai degli anni ’70 e saranno postate il 06 giugno 2020 sulla pagina facebook di Racconti in tempo di peste e sui siti Teatro Pubblico Ligure e Compagnia Corrado d’Elia.

Tale archivio sarà in forma open source.

Chiediamo quindi ai partecipanti di concedere gratuitamente la modifica, lo studio, l’utilizzo e la redistribuzione del codice sorgente, in modo che tutti i materiali raccolti possano poi essere accessibili e utilizzabili da chiunque. Potremo così ammirare l’Italia intera, da Nord a Sud, in tutta la sua stupefacente bellezza.

I file con le foto potranno essere inviati a mezzo Wetransfer questi indirizzi:

racconti@teatropubblicoligure.it

compagnia@corradodelia.it

Nella email di trasmissione si prega di specificare nome del luogo, città e provincia: esempio: Piazza Duomo, Milano