Home Cultura Cultura Savona

Il bilancio 2020 della Protezione Civile di Alassio

0
CONDIVIDI
Il bilancio 2020 della Protezione Civile di Alassio

In occasione degli auguri il riassunto di un anno in prima linea contro gli eventi atmosferici e il Covid

Gli auguri in occasione delle festività natalizie sono anche l’occasione per un bilancio dell’attività svolta durante l’anno.

“Ieri sera, l’incontro presso la Protezione Civile di Alassio – le parole dell’Assessore alla Protezione Civile, Franca Giannotta –  ha messo in evidenza, ancora una volta, lo straordinario lavoro svolto da questi  volontari durante tutto il 2020, un anno particolarmente pesante e impegnativo sotto più fronti. Li abbiamo visti negli anni scorsi in occasione delle mareggiate, delle alluvioni, delle situazioni di emergenza e durante i partecipati eventi del nostro calendario. Sapevamo il loro valore, la loro straordinaria capacità nel difendere il nostro territorio. Quest’anno l’emergenza sanitaria, il cluster Alassio del febbraio scorso ci ha messo davanti ad una situazione completamente inattesa, nuova e drammatica. Siamo stati tra le prima città a dover affrontare un focolaio di Covid e, nelle prime fasi, eravamo davvero senza direttive da seguire. Ed è stato in questo contesto che, ancor più, è emersa la grande forza della nostra Protezione Civile che non si è risparmiata fornendo un fondamentale supporto nella gestione del cluster”.

“Sono volontari – prosegue il Sindaco Marco Melgrati – ma sono grandi professionisti in tempo di pace e in tempo di guerra. Alassio deve molto alla loro capacità di programmare l’attività e di gestire le emergenze e il report dell’attività svolta nel 2020, oltre quattromilasettecento ore di attività sul campo, la dice lunga su loro impegno e la loro dedizione”.

Pulizia di rii e sentieri, assistenza in occasione delle manifestazioni, monitoraggio antincendio, gestione delle allerte meteo, e, su tutto l’attività in occasione del Covid.

Dalla preparazione dei sacchetti per i pasti degli ospiti degli hotel del cluster in quarantena, alla consegna nei vari Comuni limitrofi di materiale scolastico agli alunni che avevano lasciato materiale e libri nei vari Istituti; alla consegna di computer da parte della Regione agli alunni delle scuole superiori; alla preparazione e consegna di sacchetti contenenti alimenti alle persone in difficoltà con la collaborazione dell’associazioni Zandra e Dona un Sorriso, per arrivare all’Assistenza presso il Centro Medico Alassio Salute per il montaggio della tensostruttura preposta alle vaccinazioni e ai test rapidi, ma anche per l’assistenza durante le operazioni presso la tensostruttura stessa.

“L’elenco – la conclusione dell’Amministrazione Melgrati Ter – è lungo e neanche esaustivo, ma significativo del valore di questi uomini e donne e del loro coordinatore, Cesare Caviglia ai quali va tutta la nostra riconoscenza e plauso oltre all’augurio di un sereno Natale”.