Home Politica Politica Genova

Giunta Bucci: 11 assessori e 6 consiglieri delegati, ecco gli incarichi definitivi

0
CONDIVIDI
Tursi, sindaco di Genova Marco Bucci

Undici assessori, di cui cinque donne, più il sindaco e sei consiglieri delegati, tra cui due donne. Nessuna sorpresa clamorosa rispetto alle anticipazioni della vigilia per la nuova giunta del Comune di Genova, la seconda consecutiva di Marco Bucci.

Stamane c’è stata la presentazione ufficiale nel Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi.

Nessun assessore esterno: la parte del leone la fa la lista del sindaco, che oltre a Bucci si aggiudica quattro assessori, di cui uno in quota Italia Viva (non senza polemiche).

Poi, due assessori a testa per Fratelli d’Italia, Lista Toti e Lega, uno per Forza Italia.

Nomi e deleghe sono quelli già filtrati nei giorni successivi al voto.

Bucci tiene per sé, tra le altre deleghe e quelle poi affidate ai consiglieri, le competenze per i Rapporti con Porto Antico e Cultura. Quest’ultima, però, nei prossimi mesi potrebbe essere affidata a un assessore esterno.

“In questi quindici giorni non siamo ancora riusciti a trovare la persona giusta” ha infatti ammesso oggi il primo cittadino.

Vicesindaco sarà Pietro Piciocchi, che mantiene gli incarichi pesanti a Bilancio, Lavori pubblici, Opere strategiche infrastrutturali e Rapporti con i Municipi.

Sempre in quota Bucci, riconfermato Matteo Campora, con le deleghe impegnative dei cinque anni precedenti a Trasporti e mobilità integrata, Ambiente, Rifiuti, Energia e Transizione ecologica.

Terza conferma sempre tra le fila della lista del sindaco Bucci anche per l’assessore Lorenza Rosso, che alle deleghe uscenti di Avvocatura, Affari legali e Famiglia, unisce quelle per Servizi sociali, che torna come promesso dal sindaco dopo il rimpasto di metà primo mandato, e Disabilità.

Conferma dal primo ciclo per il totiano Francesco Maresca, che tiene le deleghe a Porto, Mare e Pesca e aggiunge quella al Patrimonio.

Sesta e ultima conferma per la leghista Paola Bordilli, assessore a Commercio, Artigianato, Pro loco e Tradizioni cittadine.

“Promosso” in giunta dopo cinque anni di delega da consigliere per Sergio Gambino, il più votato di Fratelli d’Italia, a cui oltre alla Protezione civile, vanno Sicurezza e Polizia locale, “scippate” alla Lega.

Cinque i nuovi assessori comunali.

La nomina politica più “interessante” è  quella Mauro Avvenente, ex capogruppo di Italia viva, che avrà le deleghe strategiche a Manutenzioni, Decoro urbano e Centri storici.

Altro assessore “pesante” è Mario Mascia, ex capogruppo di Forza Italia, che si occuperà di Urbanistica, Demanio marittimo, Sviluppo economico, Lavoro e Rapporti sindacali.

Erano consigliere comunali anche due nuove assessore: la leghista di ferro Francesca Corso, che riceve le deleghe a Marketing territoriale, Politiche per i giovani, Disagio e solitudine (sic! ndr), Pari opportunità e animali, e Marta Brusoni, ora in quota Toti, con deleghe a Personale, Politiche dell’istruzione, Servizi civici, e Informatica.

Unica a non essere stata nemmeno in consiglio comunale negli ultimi cinque anni è Alessandra Bianchi, in quota Fratelli d’Italia e seconda più votata del suo partito, che sarà assessore a Impianti e attività sportive e Turismo.

Sei i consiglieri delegati, due in quota Fratelli d’Italia, due in quota Lega, uno in quota Toti e uno in quota Bucci-Italia viva.

Confermato e unico nome non uscito nei retroscena delle scorse settimane, il leghista Fabio Ariotti, che si occuperà di Partecipazione; sempre per il Carroccio, Alessio Bevilacqua, new entry, avrà l’incarico alla Tutela e allo sviluppo delle vallate.

Nuova di Palazzo Tursi è anche la totiana Federica Cavalleri, con incarico ai Grandi eventi.

L’ex assessore al Turismo, in quota Fdi, Laura Gaggero, si occuperà di Innovazione, e sempre per il partito di Giorgia Meloni, bis in Sala Rossa, questa volta con delega alle Politiche della casa, per Valeriano Vacalebre.

Infine, novità anche per Davide Falteri, che sarà delegato ai nuovi insediamenti aziendali.

Già convocata la prima seduta del consiglio comunale per martedì 5 luglio, una settimana in anticipo rispetto a quanto annunciato da Bucci: il presidente dell’assemblea, salvo sorprese in aula, dovrebbe essere Carmelo Cassibba, sempre in quota Bucci.

Stamane è stato presentato anche il nuovo sindaco dei giovani, selezionato da un bando del Comune, che sarà Benedetto Pesce Maineri, sedicenne studente del liceo classico D’Oria.