Home Cultura Cultura Genova

Genitori in blue jeans fa tappa a Genova al Salone Orientamenti

0
CONDIVIDI
Salone Orientamenti

Fa tappa a Genova, al Salone Orientamenti, “Genitori in Blue Jeans”, il tour educativo ideato da Fondazione Carolina e TikTok con l’obiettivo di supportare educatori e famiglie – attraverso suggerimenti e spunti concreti – per accompagnare adeguatamente gli adolescenti nel loro percorso online e a un utilizzo del digitale in maniera sicura e consapevole. In occasione della sesta tappa del tour educativo – dopo Venezia, Assisi, Palermo, Novara e Napoli- i consigli degli esperti, le testimonianze e il dibattuto conclusivo saranno aperti anche ai ragazzi di Orientamenti, con l’intento di promuovere un dialogo e un confronto.

Appuntamento dalle ore 18 alle ore 20 di mercoledì 16 novembre, presso la Sala Grecale dei Magazzini del Cotone di Genova, Calata Molo Vecchio, 15.

La collaborazione tra TikTok e Fondazione Carolina aspira a stimolare una vera e propria cordata tra tutti gli interlocutori interessati e accomunati dalla stessa corresponsabilità e reciprocità educativa richiamata dalla legge a prevenzione e contrasto del cyberbullismo. Un’intesa che poggia sulla concretezza, come conferma la speciale Guida ideata per ”Genitori in Blue Jeans”, scaricabile dal sito della Onlus nella sezione dei materiali educativi realizzati da Fondazione Carolina.

Le statistiche di Fondazione Carolina attestano 3 ragazzi su 4 coinvolti, direttamente o meno, in episodi legati all’utilizzo scorretto o inconsapevole del web. “È il segno che noi adulti non stiamo facendo abbastanza. Genitori in Blue Jeans – spiega Ivano Zoppi, Segretario generale di Fondazione Carolina – rappresenta una felice discontinuità, grazie alla disponibilità di uno dei colossi del web a metterci la faccia e a dialogare con i territori, al di là di algoritmi o avatar”.

Non solo lavoro e studio, la grande parte delle nostre relazioni poggia sulla dimensione digitale. Un cambio di passo che segna l’azione della Onlus dedicata a Carolina Picchio, prima vittima riconosciuta di cyberbullismo. “Per non perdere la rotta nella navigazione globale – continua Ivano Zoppi – dobbiamo ritrovare la bellezza dell’incontro e dell’ascolto, perché no, anche sui social”. Una sfida che passa dal coinvolgimento delle grandi aziende del settore, secondo un nuovo principio di corresponsabilità.

“La sicurezza della community di TikTok, in particolare quella degli utenti più giovani, è da sempre la nostra priorità assoluta – commenta Giacomo Lev Mannheimer, Responsabile Relazioni Istituzionali Sud Europa di TikTok – Per raggiungere questo obiettivo è fondamentale il coinvolgimento di genitori ed educatori, che siamo orgogliosi di poter supportare lavorando insieme a Fondazione Carolina. Gli adolescenti hanno bisogno di essere ascoltati ed è per questo che promuoviamo un dialogo continuo sulla sicurezza online attraverso il loro linguaggio, così da contribuire alla costruzione di un clima di fiducia e apertura all’interno del contesto educativo. Il pitstop del nostro progetto ad una fiera come Orientamenti, divenuto un punto di riferimento per i più giovani e le loro famiglie, era una scelta naturale e importante per noi”.

“Come assessore, ma anche come psicologo e padre – commenta l’assessore alla Formazione e all’Orientamento Regione Liguria Marco Scajola – tocco con mano quotidianamente la necessità di fare una corretta informazione sull’utilizzo e su tutti gli aspetti che riguardano le piattaforme digitali. Da un lato è fondamentale educare i giovani a vivere la loro presenza digitale come un’opportunità, senza incorrere in rischi che la fragilità dell’età talvolta comporta. Dall’altro lato bisogna far conoscere ai genitori gli strumenti utilizzati dai propri figli per supportarli a utilizzarli in modo sicuro e consapevole. Il Salone Orientamenti 2022 ha tra le sue priorità quello di migliorare il dialogo genitori-figli e dare più chiavi di lettura di una realtà che diventa ogni giorno più complessa, e proprio in questa direzione va il progetto Genitori in Blue Jeans, promosso da TikTok e Fondazione Carolina, che ospiteremo mercoledì”.

Il programma prevede la partecipazione di Paolo Picchio, Presidente onorario di Fondazione Carolina Onlus e padre di Carolina Picchio, prima vittima riconosciuta di cyberbullismo in Italia. Consigli e informazioni e suggerimenti per un uso consapevole degli strumenti digitali saranno veicolati anche attraverso un quiz rivolto alla platea, che potrà interagire tramite gli smartphone.

TikTok supporta questo progetto proseguendo il proprio percorso orientato alla sicurezza della propria community e volto a creare una cultura della sicurezza digitale. Rientrano in questo contesto i continui miglioramenti e aggiornamenti delle policy, così come le risorse e gli strumenti tecnici messi a disposizione degli utenti e genitori come: il Controllo Famigliare, una guida sul benessere nell’utilizzo della piattaforma, e il rinnovato pannello di controllo all’interno dell’app. Quest’ultimo permette di visualizzare molti dati relativi al tempo trascorso su TikTok, tra cui i resoconti del tempo passato giornalmente sull’app e di quante volte è stata aperta, oltre al dettaglio dell’utilizzo in orari diurni o notturni. Alla possibilità di impostare un limite giornaliero sull’app, c’è la possibilità di controllare anche il tempo massimo di una singola sessione: l’utente stesso può infatti, impostare la durata del periodo passato online in modo continuativo, dopo il quale un messaggio gli ricorderà di prendersi una pausa.

“L’obiettivo è incoraggiare le persone a pensare con sempre maggiore attenzione a come sviluppare abitudini digitali positive, non solo attraverso una maggiore consapevolezza del tempo trascorso online, ma anche attraverso il fatto di sentirsi padroni delle diverse modalità di fruizione”, conclude Giacomo Lev Mannheimer.

Per poter partecipare a questa edizione del Salone Orientamenti, occorre prenotarsi gratuitamente sul sito di Orientamenti e compilare il modulo. Gli insegnanti che accompagneranno le classi dovranno utilizzare il biglietto a loro dedicato. Una volta iscritti si riceverà una mail di conferma da esibire all’ingresso della manifestazione.