Home Cronaca Cronaca Genova

Feroce, parà al comando dei carabinieri: a Genova più ordine e sicurezza

0
CONDIVIDI
Colonnello Gianluca Feroce, nuovo comandante carabinieri di Genova

Ha comandato i carabinieri paracadutisti (cominciando la sua carriera nella caserma di Livorno) e reparti speciali, come quello del Gis. Inoltre, è stato comandante della compagnia di Rende. Quindi è stato trasferito al Comando generale di Roma e infine a Genova.

Il nuovo comandante provinciale dei carabinieri, colonnello Gianluca Feroce, è arrivato lo scorso fine settimana in città e oggi si è presentato ai genovesi dopo avere appena sostituito il colonnello Riccardo Sciuto.

Determinato e fiero “della disciplina militare e di far parte dell’Arma al servizio dei cittadini” il comandante-parà è un esperto di arti marziali e di armi. Laureato in Giurisprudenza e Scienze politiche, ha 50 anni. Nato a Roma, è sposato e ha tre figli adolescenti.

In qualità di capo ufficio armamento ed equipaggiamenti speciali ha seguito l’iter del “Taser” che sarà dato in dotazione anche ai carabinieri: “Il modello scelto dal ministero è un’arma all’avanguardia. Si tratta di un dispositivo molto utile per gli operatori di polizia, a metà tra l’arma convenzionale e le mani nude. L’impulso si può regolare e dura 5 secondi. Quello che dicono i critici della pistola elettrica non è vero”.

“La sicurezza soprattutto nel Centro storico e nelle periferie con la lotta allo spaccio di droga e alla criminalità – ha aggiunto Feroce – è uno dei nostri prossimi obiettivi, ma abbiamo in programma di realizzare anche una sala per le fasce deboli vittime di violenze e abusi, oltre alla lotta contro la criminalità organizzata che a Genova e in Liguria è presente. In particolare con le locali di ‘ndrangheta”.

“Faremo in modo – ha spiegato il nuovo comandante – che i carabinieri siano ancora più presenti e ancora più vicini alle persone. Perché se è vero che i reati sono in progressivo calo, è altrettanto vero che si deve lavorare per raggiungere quella percezione di sicurezza che giustamente richiedono i genovesi.

Genova è una città tutta da scoprire, affascinante, importante e prestigiosa, che purtroppo ha subìto un grave lutto con il tragico crollo del Ponte Morandi. Noi siamo pronti a dare una forte mano alla città e ai genovesi”.