Home Cultura Cultura La Spezia

Domani si celebra la pace e l’unità in Europa

0
CONDIVIDI
Domani si celebra la pace e l'unità in Europa

Domani, domenica 9 maggio, la facciata della Provincia della Spezia sarà illuminata di blu in occasione della Festa dell’Europa

 

DOMENICA 9 MAGGIO FESTA DELL’EUROPA

NELLA GIORNATA CHE CELEBRA LA PACE E L’UNITÀ IN EUROPA LA FACCIATA DELLA PROVINCIA DELLA SPEZIA SARÀ ILLUMINATA DI BLU

LA PROVINCIA DELLA SPEZIA SI CONFERMA UNO DEI PRINCIPALI PUNTI DI RIFERIMENTO COMUNITARI IN ITALIA, ANCHE PERCHÉ SEDE DI UNO DEI POCHI CENTRI DI INFORMAZIONE EUROPE DIRECT ITALIANI

L’ENTE HA SVILUPPATO, NEGLI ULTIMI MESI, PROGRAMMI DI INFORMAZIONE E FORMAZIONE, SU TEMATICHE EUROPEE, A FAVORE DI STUDENTI E PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI DI TUTTA LA LIGURIA

PERACCHINI: “LA PROVINCIA DELLA SPEZIA SUL TEMA DELL’EUROPA HA INVESTITO MOLTO IN QUESTI ANNI, ANCHE ATTRAVERSO PROGETTI OPERATIVI. IL COMPITO DELLE ISTITUZIONI, IN PARTICOLARE DI UN ENTE COME LA PROVINCIA, È QUELLO DI PROMUOVERE E DIFFONDERE UN’ADEGUATA CULTURA COMUNITARIA CHE SIA REALMENTE IN GRADO DI CREARE QUALCOSA DI FRUIBILE AI CITTADINI, CON PARTICOLARE ATTENZIONE ALLE NUOVE GENERAZIONI E PER CHI, MAGARI ENTRANDO PER LA PRIMA VOLTA NEL MONDO DEL LAVORO, VOGLIA INIZIARE UNA PROPRIA ATTIVITÀ IMPRENDITORIALE.”

L’Amministrazione Provinciale della Spezia è fortemente impegnata per creare un ponte, non solo istituzionale, tra il territorio spezzino e l’Europa, sia attraverso l’adesione a progetti comunitari che grazie ad iniziative organizzate dall’Ente stesso. Un compito che negli ultimi mesi, proprio per sopperire alle difficoltà date dalla pandemia in corso, ha richiesto nuovi approcci e lo sviluppo di programmi innovativi per garantire un servizio diretto verso giovani, istituzioni ed imprese.

Il ruolo della Provincia della Spezia, quale uno dei principali punti di riferimenti comunicati in Italia, è arrivato anche con la conferma, da parte della Commissione europea al termine di un complesso iter valutativo, dell’Ente come sede per uno dei pochi Centri di informazione Europe Direct italiani.

Proprio nell’ambito di questa attività l’Ente ha sviluppato, in particolare proprio negli ultimi mesi, molti programmi e momenti di informazione e formazione, su tematiche europee, a favore di studenti e pubbliche amministrazioni di tutta la Liguria, contemporaneamente garantendo il servizio di contatto per accedere a forme di aiuto e sviluppo previste dalle istituzioni europee a favore di imprese e attività lavorative.

“La Provincia della Spezia sul tema dell’Europa ha investito molto in questi anni, anche attraverso progetti operativi. Si tratta di creare opportunità e di diffondere una cultura comunitaria che ci apre ad iniziative importanti sia per i nostri giovani che per chi vuole fare impresa. _ ha commentato il Presidente della Provincia della Spezia Pierluigi Peracchini _  Al nostro Ente è stato infatti recentemente confermato il Centro Europe Direct per i prossimi cinque anni. Si tratta di una struttura che rappresenta uno strumento diretto di collegamento della Commissione Europea verso i territori, sia per favorire l’ascolto dei cittadini, sia per garantire opportunità di crescita ed aprire nuove strade per il futuro: una vera porta spalancata verso l’Europa. In Italia sono assegnati solo una quarantina di questi centri e questo è per noi un valore aggiunto.

Abbiamo deciso di credere molto in queste occasioni, nel concetto che i giovani sono il nostro futuro e sono anche il futuro dell’Europa. Proprio per questo la Provincia si impegna a garantire opportunità e servizi su tematiche come l’istruzione o l’ambiente, momenti di sviluppo personale per accompagnarli verso il mondo del lavoro e verso le possibilità di costruire il proprio domani da protagonisti. Lo facciamo sia attraverso il mondo della scuola che direttamente, cercando di dare loro gli strumenti e l’opportunità di conoscere le istituzioni europee, per poter avere un contatto ed un dialogo, rendendoli sempre più consapevoli dei propri diritti e doveri, anche come cittadini europei. Purtroppo la situazione contingente, dovuta alla pandemia in corso, ha impedito di realizzare molti dei programmi che in altri momenti si sarebbero potuti svolgere, ma questo ci ha consentito di sviluppare nuovi percorsi, grazie alla tecnologia, che ci favoriscono per essere maggiormente pronti alle sfide del domani.

Recentemente alcuni dei nostri istituti superiori hanno aderito ad importanti progetti comunitari, costruendo degli indispensabili percorsi di crescita personale e delle occasioni occupazionali che acquistano maggiore forza perché hanno origine già nel mondo della scuola. Questo è frutto di un processo condiviso che ci vede tutti protagonisti a portare avanti un lavoro costante per dare agli studenti ogni possibilità utile per costruire la propria strada nella vita.

Sempre grazie a queste politiche di contatto con l’Europa il nostro stesso Ente ha ottenuto un importante finanziamento europeo per un progetto tecnico di miglioramento delle infrastrutture scolastiche che abbiamo portato a termine negli scorsi mesi. In contemporanea con i progetti dedicati alle nuove generazioni la Provincia ha organizzato attività formative, rivolte a tecnici e personale degli enti locali di tutta la Liguria, indispensabili per essere pronti a dare risposte ai cittadini su molte novità normative che ci arrivano dalle istituzioni comunitarie su tematiche che riguardano la nostra comunità, come ad esempio la gestione della raccolta dei rifiuti.

Il compito delle istituzioni, in particolare di un ente come la Provincia, è quello di promuovere e diffondere un’adeguata cultura comunitaria che sia realmente in grado di creare qualcosa di fruibile ai cittadini, con particolare attenzione alle nuove generazioni e per chi, magari entrando per la prima volta nel mondo del lavoro, voglia iniziare una propria attività imprenditoriale”.