Home Cronaca Cronaca Genova

Diaz e G8, la Corte dei Conti chiede 8 milioni agli agenti

0
CONDIVIDI
L'irruzione della polizia alla Diaz durante il G8 a Genova

La procura della Corte dei Conti della Liguria ha chiesto un risarcimento danni per oltre 8 milioni di euro, di cui 3 milioni di danni patrimoniali e 5 per danno d’immagine a 27 appartenenti ed ex appartenenti alla polizia di stato, per i pestaggi avvenuti alla scuola Diaz durante il G8 di Genova del 2001.

La procura contabile cita i dirigenti e i funzionari dell’epoca, tra questi anche Francesco Gratteri, allora direttore dello Sco, il servizio centrale Operativo, il suo vice Gilberto Caldarozzi; il capo della Digos di Genova Spartaco Mortola oltre al comandante del primo reparto mobile di Roma, Vincenzo Canterini, il suo vice comandante e i capisquadra ed altri funzionari coinvolti nei fatti.

Secondo la procura, devono risarcire un danno patrimoniale indiretto, ovvero i risarcimenti alle parti civili pagati dal Ministro, oltre alle spese legali per i processi, il tutto per oltre 3 milioni di euro.

Nei prossimi mesi sarà fissata l’udienza davanti ai giudici contabili che dovranno decidere nel merito.