Home Cronaca Cronaca Genova

Degrado, lavavetri e accattoni in piazza della Vittoria: P.M. arresta serbo che gira col coltello

0
CONDIVIDI

Intorno alle 8 di oggi una pattuglia del reparto Giudiziaria della Polizia Municipale ha trovato un giovane che aveva trascorso la notte a dormire sotto i portici di piazza della Vittoria.

Durante il controllo, il nomade è stato trovato in possesso di un coltello, nascosto nella manica del giubbotto che indossava. Il 34enne, di nazionalità serba, è risultato anche sprovvisto di permesso di soggiorno in Italia.  Dopo l’accompagnamento in questura per la fotosegnalazione, il giovane è stato denunciato ai sensi della normativa sulla immigrazione clandestina e per il porto ingiustificato di arma da taglio.

I controlli nella zona di piazza della Vittoria rientrano nel contesto dei servizi contro il degrado urbano, e le attività della Polizia Municipale sono indirizzate principalmente alla verifica dei documenti di identità e di soggiorno delle persone trovate a bivaccare o intente a pratiche di accattonaggio molesto nell’area del Centro città.

Il nuovo servizio, attuato su indicazioni dell’assessore alla Sicurezza Stefano Garassino, ha preso il via lunedì 15 gennaio e ha consentito di identificare una decina di persone individuate in attività o comportamenti contrari al regolamento di Polizia Urbana, di cui sette sorpresi durante attività di  accattonaggio molesto e tre dentro a tende montate nei giardini adiacenti viale Ferruccio de Ceresa.

Oltre ai controlli con perquisizioni personali, le pattuglie della municipale sorvegliano anche gli insediamenti abusivi e l’abbandono di rifiuti e masserizie varie.

Dall’inizio della settimana sono stati infatti oltre due i quintali di vario materiale fatto rimuovere dagli agenti grazie alla collaborazione di AMIU che si incarica dello smaltimento.

Queste attività si svolgono in collaborazione con gli agenti dell’ottavo distretto di Polizia Municipale e sono inseriti in un piano di servizi che copre l’intero Municipio Centro Est, finalizzati alla sorveglianza dei luoghi dove si riscontrano episodi o situazioni contrarie alla civile convivenza.