Home Politica Politica Genova

De Paoli lascia la Lega. Toti: dispute legate a campagna elettorale locale

0
CONDIVIDI
Consigliere regionale Giovanni De Paoli (Lega) e governatore ligure Giovanni Toti

Giovanni De Paoli stamane in consiglio regionale ha annunciato le sue dimissioni dal gruppo della Lega.

L’ex leghista dell’entroterra spezzino, candidato alle elezioni comunali di domenica 26 a Varese Ligure, farà parte del Gruppo Misto, ma ha già dichiarato che continuerà ad appoggiare la giunta Toti e quindi a rimanere nel centrodestra.

“Mentre io sono qui – ha spiegato Giovanni De Paoli – a difendere gli interessi dei cittadini della Val di Vara, alcuni esponenti della Lega sono in Val di Vara a distribuire santini elettorali con il simbolo della lista che è in contrapposizione con la mia.

Poiché ho sempre difeso i miei concittadini, le persone deboli, le persone che hanno bisogno, io lascio questo partito, se partito si può ancora chiamare e aderisco per il momento al Gruppo Misto.

Non sopporto più come lavora qualche assessore di questa giunta regionale e sono stufo delle angherie che questa Lega mi fa quotidianamente.

Garantirò comunque il mio voto a questa maggioranza nella quale sono stato eletto soprattutto per il rispetto e l’amicizia che mi lega al presidente Giovanni Toti”.

De Paoli è noto alle cronache politiche anche per essere stato accusato di avere pronunciato una frase a margine di una commissione regionale: “Se avessi un figlio gay, lo brucerei in un forno”. Il diretto interessato ha sempre negato di avere pronunciato quella frase e respinto le accuse, ma il prossimo 9 luglio si terrà la prima udienza del processo nei suoi confronti.

“Mi par di capire – ha commentato il governatore Giovanni Toti – che siano dispute assolutamente legate alla campagna elettorale locale nella zona del suo collegio elettorale.

Se c’è qualche problema all’interno della Lega mi auguro che lo chiariscano. Mi sembra che De Paoli abbia manifestato l’intenzione di mantenere coerente il suo appoggio alla maggioranza politica.

Quindi dal punto di vista numerico non cambia niente in consiglio regionale. Dal punto di vista politico auspico un chiarimento, più i gruppi della mia maggioranza sono uniti più ne sono lieto”.

In una nta stampa il gruppo regionale Lega Nord Liguria-Salvini ha dichiarato: “Prendiamo atto della decisione di passare al gruppo Misto del consigliere Giovanni De Paoli, che già in passato aveva dimostrato poca sintonia con il gruppo della Lega e che stamane è stata palesata in aula durante i lavori del consiglio regionale. Al collega De Paoli auguriamo buon lavoro per la prosecuzione della legislatura”.