Home Cultura Cultura Genova

Da oggi al 4 novembre a Chiavari Paesaggi personale di pittura di Francesco Cassanelli

0
CONDIVIDI

 

Da oggi, sabato 13 a domenica 4 novembre, l’Osteria Pizzeria “Da Ivo” in Via Remolari 29 (nei pressi di Piazza Mazzini) a Chiavari ospiterà una nuova personale di pittura di Francesco Cassanelli, nome d’arte Mbà Frènk, intitolata “Paesaggi”

Nato in Puglia, l’artista vive e lavora da tempo a Chiavari dove è docente di Discipline Pittoriche da oltre un trentennio presso il Liceo Artistico Statale “Emanuele Luzzati”.

Il Maestro Francesco Cassanelli

Cassanelli ha al proprio attivo sia un considerevole numero di mostre personali in campo nazionale ed internazionale che la partecipazione ad importanti manifestazioni artistiche. Nei suoi dipinti di questa nuova mostra, l’artista porta con sé i tratti caratteristici della sua terra natale, la Puglia, tratti che ha ritrovato nella città e nella regione che l’hanno accolto, Chiavari e la Liguria, e che ora sono messi in mostra nello storico locale chiavarese, situato in pieno centro, anche per diffondere il più possibile le idee che “l’arte è per tutti e deve stare ovunque” come dice Giorgio Grasso, perché “essa costituisce la forma più alta della speranza” come da citazione di Gerhard Richter.

I “Paesaggi” di Cassanelli, dipinti realizzati sia ad olio su tela che ad acrilico su carta e masonite, sono dotati di un iperrealismo frutto di sorprendenti e talvolta ipnotiche “fotografie dell’animo” come i cieli di un azzurro terso ed i gialli di un sole inguardabile d’estate ma dolce compagno di soavi passeggiate in riva al mare durante l’inverno. C’è gioia ma anche sgomento.

Cassanelli tradisce in pittura un’impronta nettamente montaliana. Sole, mare, ombra, case, rocce, rive sabbiose all’apparenza consolatorie e rinfrancanti, rivelano l’inconoscibiltà e la necessaria indagine mentale della natura estiva e la sua potenza inarrestabile e dal significato a tratti inarrivabile se non con la mediazione della psiche.

Proprio perchè mare e costa sono il limite tra il conoscibile e l’immaginifico, la prospettiva pare del tutto fedele alla realtà ma i dettagli di limpidezza fotografica in primo piano spesso sfumano in una profondità visiva progressivamente e volutamente evanescente come se la distanza fisica fosse lo specchio della distanza psicologica.

L’ingresso alla mostra del pittore-professore, pugliese ma chiavarese d’adozione, è libero, tutti i giorni con l’orario che rispetta i tempi d’apertura del locale “Da Ivo”.

Per appuntamenti con l’artista contattare il numero di cell. 3388086180.

Marcello Di Meglio