Home Politica Politica Genova

Crucioli a Genova: inceneritore in Liguria idea da Medioevo

0
CONDIVIDI
Crucioli a Genova: inceneritore in Liguria idea da Medioevo
Crucioli a Genova: inceneritore in Liguria idea da Medioevo

“Costruire un inceneritore è veramente un’idea medioevale, se il lider maximo del centrodestra in Liguria dice che ci vuole un inceneritore in regione voglio vedere se il candidato sindaco di Genova Marco Bucci ha la capacità, il coraggio e l’autonomia di discostarsi”.

A dirlo ieri, sabato 21 maggio, il candidato sindaco di Genova per la lista Uniti per la Costituzione, Mattia Crucioli a margine della presentazione dei candidati di ‘Alternativa’ all’interno della lista sostenuta da Italexit, Ancora Italia, Riconquistare l’Italia e Partito Comunista, in merito alla proposta del presidente della Regione Liguria Giovanni Toti di costruire il primo termovalorizzatore in Liguria per produrre energia dai rifiuti.

“Il termovalorizzatore di Toti è il passato. E’ una visione del passato quella di costruire inceneritori, chiamiamoli con il loro nome”, prosegue il senatore dell’Alternativa Mattia Crucioli. “Pensare di bruciare i rifiuti invece che progettare tutto affinché possa essere riciclato e riutilizzato evitando l’inquinamento che produce un inceneritore è veramente un’idea medioevale, soprattutto oggi che l’epidemiologia ci dimostra che chi abita vicino agli impianti si ammala di più”.

“Abbiamo uno studio epidemiologico coordinato da un ricercatore dell’Ist che dimostra in maniera plastica la correlazione tra gli impianti inquinanti, quindi anche gli inceneritori, con le patologie e la mortalità. Prima di tutto deve esserci la salute”, conclude Crucioli.