Home Cronaca Cronaca Mondo

Cina, ieri 4 casi interni e 8 importati da estero: 20 milioni mascherine spedite in Russia

0
CONDIVIDI
Coronavirus (foto di repertorio)

Ieri i responsabili dell’autorità sanitaria cinese hanno dichiarato di avere ricevuto segnalazioni di 12 nuovi casi confermati di malattia da nuovo coronavirus in Cina continentale, di cui otto importati dall’estero.

Nessun decesso è stato riportato ieri in Cina continentale, mentre a Shanghai sono stati segnalati due nuovi casi sospetti, entrambi importati dall’estero.

Lo ha riportato oggi l’agenzia Xinhua.

Secondo la commissione, ieri 22 persone sono state dimesse dagli ospedali dopo essere guarite, mentre il numero di casi gravi è stato pari a 81. Fino a ieri, in Cina continentale sono stati riportati in totale 1.583 casi importati dall’estero. Di questi 742 riguardano persone dimesse dagli ospedali dopo essere guarite, 841 persone in cura, di cui 43 in gravi condizioni. Non sono stati segnalati decessi tra i casi “di ritorno”.

Intanto, un treno merci con un carico di 20 milioni di mascherine facciali è partito stamane dalla città di Suzhou, in Cina orientale, e arriverà a Mosca tra 12 giorni.

A seguito di un accordo di fornitura firmato a marzo tra China Sinopharm International Corporation e la Russia, a Suzhou sono stati assemblati i dispositivi di protezione da trasportare in Russia.