Home Cultura Cultura Genova

Chiude il Grand Opening di Electropark

0
CONDIVIDI
Chiude il Grand Opening di Electropark
Credits Ommegraphie

Chiude il Grand Opening di Electropark a Villa del Principe a Genova tra musica, installazioni artistiche e degustazioni.

Chiude il Grand Opening di Electropark domenica 13 giugno.

Domenica 13 giugno, a Villa del Principe a Genova, chiude il Grand Opening di Electropark.

Lo fa con due DJ Set, due installazioni d’arte e una degustazione.

Protagonisti dell’ultima giornata del “Grand Opening” dell’edizione 2021 del festival di musica elettronica DJ Marcelle, Silver Pagoda, Milotta&Donchev e Phonomap. Ultimi ticket disponibili sul circuito Dice, più informazioni su electropark.it

Genova – Una giornata tra musica elettronica dal vivo, arte contemporanea e degustazioni di vino, in una delle ville nobiliari più suggestive di Genova. Domenica 13 giugno (dalle ore 15) alla Villa del Principe (piazza del Principe 4) si chiude il “Grand Opening” di Electropark con i dj set di Dj Marcelle e di Silver Pagoda, l’installazione sonora “Non esistono più le quattro stagioni” di Milotta e Donchev, la videoinstallazione “Phonomap” e “All around taste”, degustazione metodo classico Franciacorta cantina Agricola Il Dosso.

Chiude il Grand Opening di Electropark
Villa del Principe – Genova

Domenica 13 giugno (ore 15) Villa del Principe ospita le installazioni:

– “Phonomap”, una mappa sonora del territorio italiano in cui ogni suono è a disposizione gratuitamente su phonomap.org

– “Non esistono più le quattro stagioni” di Milotta e Donchev, installazione audio.

Attraverso la manipolazione temporale e spaziale delle Quattro stagioni di Vivaldi ridisegna una percezione sonora dissonante, ma consona ai cambiamenti climatici.

Della stessa sarà esposta per la prima volta anche la partitura, lunga circa dodici metri.

In programma anche “All around taste” (ore 16 e 17.15), degustazione metodo classico Franciacorta cantina Agricola Il Dosso.

Chiudono il “Grand Opening” di Electropark 2021 i dj set di:

– Silver Pagoda (ore 18), progetto musicale degli artisti visivi Christian Tripodina e Carlos Lalvay Estrada

– Dj Marcelle (ore 20), artista di Amsterdam poliedrica e pioniera del non convenzionale in senso ampio, in grado di mescolare con naturalezza stili musicali differenti, se non opposti.

I biglietti per la giornata di domenica 13 giugno di Electropark, in programma a Villa del Principe (piazza del Principe 4, Genova) si possono acquistare QUI.

Per la degustazione “All around taste” è necessaria la prenotazione al +393515320035.

A Palazzo Ducale è esposta, fino a settembre, “We Gave a Party for the Gods and the Gods All Came” di John Giorno.

Una grande tela site-specific dal fondale arcobaleno che ha inaugurato la stagione 2021 di Electropark giovedì 10 giugno.

L’opera è installata in collaborazione con Palazzo Ducale e il Festival Internazionale di Poesia “Parole spalancate”.

E’ prodotta da Apalazzogallery (Brescia) e dalla John Giorno Foundation di New York.

Il poeta e artista statunitense figura chiave della beat generation e dell’avanguardia newyorkese.

L’edizione 2021 del festival di musica elettronica di Genova che unisce le performing arts all’innovazione culturale, dal tema “Timeless”, si divide in tre sezioni:

dopo il “Grand Opening”, che chiude domenica 13 giugno, prosegue con “Fish & Djs” dal 25 giugno al 30 luglio e con una terza parte, in calendario da settembre a dicembre.

DJ MARCELLE

Surprise, adventure, entertainment ed education. Con queste quattro parole chiave si auto descrive l’olandese Marcelle Van Hoof, pioniera del non convenzionale in senso ampio, impossibile da catalogare. Artista poliedrica, dedita a sue personali produzioni nonché dj molto apprezzata per la sua capacità di mischiare con naturalezza stili musicali differenti, se non opposti. Vanta una collezione di dischi con numeri da capogiro (più di ventimila) e regolari show presso radio e festival europei, anche se lei insegna che predisporsi ad una apertura musicale e mentale è ciò che fa davvero la differenza.

MILOTTA E DONCHEV

Vivono e lavorano tra Sofia e Genova.

Il loro percorso condiviso inizia nel 2014, quando l’Accademia Ligustica dove studiavano li seleziona per la residenza The sound identity of places, organizzata a Perugia.

Questa esperienza svela una poetica parallela nella loro pratica artistica, stimolandoli a lavorare in una direzione comune.

La loro ricerca è interessata al rapporto naturale-artificiale, e trova nell’equilibrio di queste due forze antitetiche un progresso responsabile in cui l’uomo si riconosce nel macrocosmo.

I progetti propongono un’indagine multidimensionale, nel sondare i diversi strati della realtà circostante, e scoprono la propria poetica nelle impronte di una presenza invisibile.

Negli ultimi anni Milotta/Donchev hanno partecipato a diverse mostre collettive tra cui:

Event horizon / Experiences on time and space, Museo d’arte contemporanea Patio Herreriano di Valladolid, Spagna; Hortus (in)conclusus, MACA di Alcamo;

Matter over matter, Goethe-Institut di Sofia, Bulgaria; Visao expandida, Biennale di Curitiba, Brasile; Paesaggio in movimento, Antico Palazzo Comunale, Saluzzo (CN).

Tra le mostre personali ricordiamo: A matter of perception, Skanstull Metro station, Stoccolma;

Eufemia. I sommersi e i salvati promosso dal Laboratorio di sociologia visuale dell’Università di Genova e Progetto 20K (Genova, Nizza e Ventimiglia);

Monumentvm, Nesxt independent art festival , magazziniDocks Dora, Torino; Sólo quienes sueñan pueden mover montañas, Istituto italiano di Cultura di Lima, Perù;

Green Observatory, evento collaterale di Manifesta 12, Spazio Y, Palermo; Climasensibile, Sala Dogana Palazzo Ducale, Genova;

Naturally Artificial, Museo d’arte contemporanea di Villa Croce, Genova; Antennae, Tenuta la favola, Val di Noto (SR).

SILVER PAGODA

Silver Pagoda è un progetto di Christian Tripodina e Carlos Lalvay Estrada.

Le loro sporadiche apparizioni live in contesti sempre più disparati e agresti raccontano attraverso suoni lontani e scomposti un viaggio.

Sfidano i confini spazio temporali e creano una controversa miscela dedita a improbabili danze evocative;

come in un rituale frenetico che attraverso la sua alterità origina una nuova forma di esotismo.

Come una lontana e immaginaria festa, brani di antiche regioni orientali si fondono con ritmi sudamericani e tamburi africani.

Il tutto in un controverso mix creato appositamente per il live set.

Electropark

E’ realizzato da Forevergreen.fm, impresa culturale creativa attiva nel settore dello spettacolo dal vivo nel comparto della musica e della cultura contemporanea.

Electropark è realizzato con il sostegno di Fondazione Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando Performing Arts 2018-20 (maggior sostenitore), dal Goethe-Institut Genua, dal Comune di Genova.

È realizzato in collaborazione con Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, Teatro Nazionale, Teatro della Tosse, Coldiretti Pesca Liguria,

e ancora Mu.MA, Associazione Promotori del Mare, Suq Festival Teatro, Associazione Sarabanda, Associazione Officine Papage,

Coordinamento Liguria Rainbow, Cooperativa il Ce.STO, Cooperativa Solidarietà e Lavoro, Dice, rete SMG Sistema Musica Genova, rete Open Vicoli ed altri enti e associazioni.

Tutte le informazioni su electropark.it

Chiude il Grand Opening di Electropark
Electropark 2021 – Installazione John Giorno Palazzo Ducale

IL PROGRAMMA DI DOMENICA 13 GIUGNO DI ELECTROPARK 2021

Ore 15, villa del Principe: videoinstallazione “Phonomap”

Sempre ore 15, villa del Principe: installazione sonora “Non esistono più le quattro stagioni” di Milotta e Donchev

Poi ore 16 e 17.15: “All around taste”, degustazione metodo classico Franciacorta cantina “Archetti il Dosso”

A seguire alle 18, villa del Principe: live/dj set di Silver Pagoda

E infine ore 20, villa del Principe: dj set di Dj Marcelle (NL)