Home Consumatori Consumatori Italia

Chi sono gli italiani che chiamano le linee erotiche?

0
CONDIVIDI
Chi sono gli italiani che chiamano le linee erotiche?

Le linee erotiche non sono certamente una nuova scoperta; pubblicizzati sulle ultime pagine di alcune riviste e su taluni canali tv, questi numeri a pagamento riscuotono successo da svariati anni.

Ma chi sono i fruitori? Chi chiama queste linee?

PIACERE DIETRO ALLO SCHERMO

Sicuramente la curiosità, l’ignoto e il gioco dello “stuzzicare” generano una parte di fruitori del servizio erotico online: un numero composto e un mondo che si apre, dove senza inibizioni si può creare un contatto filtrato ma spregiudicato. Un gioco erotico, l’immaginazione che arreca piacere… Insomma, la telefonata assume una modalità leggera e uno sfizio da togliersi, magari anche in compagnia di qualche amico con cui condividere una situazione goliardica.

UN ROMPIGHIACCIO PSICOLOGICO

In alcuni casi, le linee erotiche assumono un vero e proprio connotato di training psicologico: chi ha una sorta di blocco nell’approccio dal vero, utilizza questa possibilità come metodo per esercitare un linguaggio e una tecnica di avvicinamento. Il fatto che ci sia il filtro del telefono infatti, può in qualche modo aiutare la comunicazione sessuale che magari nella vita reale è impedita da un carattere riservato e chiuso: in questa ottica, l’utilizzo del servizio diventa quasi una palestra in cui rivedere atteggiamento e capacità di interagire al momento giusto in una situazione che potrebbe provocare altrimenti imbarazzo.

IL DIVERSIVO SESSUALE

Ci sono contesti in cui colui che fruisce del servizio di chiamate erotiche è semplicemente alla ricerca di un diversivo sessuale eccitante; pur conducendo infatti una vita mentale e fisica appagante – con una partner o più – e non avendo limiti o retaggi mentali, ha bisogno di situazioni diverse, dove lasciarsi andare ad un sesso nuovo e alternativo. In tal caso, le telefonate diventano stimolo per creare un surrounding psicologico volto all’eccitazione e all’autoerotismo: attraverso la conversazione erotica infatti, il fruitore si sente eccitato perché stimola immaginazione e sensazioni che lo portano a praticare sesso da solo.

MANCANZA DI AUTOSTIMA E BISOGNO DI CONSIDERAZIONE

Ci sono individui che, a causa di insicurezza caratteriale, fragilità o un aspetto fisico poco appetibile, si ritrovano ad avere poca considerazione e conseguentemente mancanza di autostima; ecco allora che l’uso delle linee erotiche diviene un rifugio per ripristinare la condizione di gap di attenzione sessuale da parte degli altri. Attraverso il filtro telefonico infatti, anche queste persone riescono a colmare le lacune della vita reale poiché non avendo un confronto diretto, si sentono partecipi al contesto sessuale e coinvolti dall’interlocutrice che instaura una comunicazione coinvolgente e spinta, che in un altro contesto non avrebbe modo di essere. Ecco pertanto che anche il fruitore riesce a sentirsi desiderato e fisicamente accettato e approcciato.

Tanti sono insomma i motivi e le tipologie di fruitori delle chat erotiche; non bisognerebbe mai pensare solamente al lato frivolo e banale del contesto, in quanto la mente e le necessità delle persone sono molteplici e spesso si tende a giudicare senza riuscire a cogliere le sfaccettature di certe scelte.

Se un servizio esiste da molto tempo – proprio come avviene in questo caso per le linee hot – e viene pagato profumatamente, sarebbe opportuno valutare con attenzione le prospettive per cui viene utilizzato senza banalizzare  la faccenda con facili e spesso falsi moralismi.