Home Cronaca Cronaca Italia

Antagonisti di sinistra e militanti di destra in piazza: scattano sanzioni e denunce

0
CONDIVIDI
Via Venti Settembre, 25 aprile 2020. Manifestante non sanzionata perché abita in zona

Emergenza coronavirus. Sia diversi anarchici e antagonisti di sinistra sia alcuni militanti di movimenti di estrema destra sono stati identificati dalle Forze dell’ordine per avere violato le restrizioni in occasione della Festa della Liberazione di ieri.

Il Governo aveva infatti consentito le celebrazioni del 25 aprile in piazza, ma con alcune limitazioni.

Funerali vietati a parenti e amici, ma ok ad Anpi in piazza per celebrazioni 25 aprile

Gli esponenti dei movimenti anarchici e antagonisti, hanno comunicato oggi i responsabili del Dipartimento di Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno, sono scesi in piazza anche a Roma, Milano, Torino, Napoli e Trento.

In tutti gli episodi, le Forze dell’ordine sono immediatamente intervenute identificando i partecipanti “la cui posizione è al vaglio per la successiva segnalazione all’autorità giudiziaria per partecipazione a manifestazione non autorizzata e violazione della normativa prevista per il Covid-19”.

Sono anche in corso ulteriori indagini per identificare gli altri partecipanti.

Gli esponenti di Forza Nuova e di altri movimenti di estrema destra hanno invece dato vita a iniziative a Roma, Genova, Verona, Vicenza e Varese per manifestare contro la festa del 25 Aprile.

Anche in questi casi le Forze dell’ordine sono intervenute per identificare chi ha preso parte alle proteste per poi far scattare denunce o sanzioni.