Home Cronaca Cronaca Genova

Ancora sanzioni per inosservanza decreto anti-contagio da parte della polizia

0
CONDIVIDI
Polizia (foto di repertorio)

La Polizia di Stato, durante il controllo del territorio, ieri ha sanzionato per inosservanza decreto anti-contagio alcune persone che si trovavano per strada senza un valido motivo.

Ecco alcuni casi comunicati oggi dalla Questura di Genova.

Ore 16.05, via Cabella: lo hanno notato mentre cercava di aumentare il passo dopo aver visto la volante della Polizia che transitava lungo la via. Immediatamente fermato ha ammesso di essere consapevole di non avere motivi urgenti e necessari per uscire dalla propria abitazione situata in un altro quartiere, ma semplicemente doveva recarsi dalla propria fidanzata.

Dai controlli è emerso che il giovane, un 23enne genovese, era già stato sanzionato lo scorso 23 marzo per lo stesso motivo. L’innamorato recidivo è stato nuovamente segnalato.

ore 16.15 Parco urbano del Peralto: una volante ha fermato un’auto con a bordo 3 rumeni, di età compresa tra i 23 e 31 anni e lontani dalle proprie residenze oltre 10 km. I giovani dichiarano semplicemente “siamo andati a fare un giro”.

Tutti con pregiudizi di polizia, sono stati sanzionati per l’inosservanza delle misure di contenimento del virus Covid-19

Ore 22.30, Via Cantore: un 34enne ecuadoriano scende da un autobus barcollante, muovendosi in maniera confusa lasciandosi dietro una forte scia di alcool.

Agli agenti del Commissariato Cornigliano che lo fermano per un controllo dichiara che, dopo aver finito di lavorare alle 19:00, è andato in centro a bere ‘solo un paio di birre’.

Per lui arriva una doppia sanzione: ubriachezza molesta e inottemperanza al DPCM Covid-19″.