Home Cronaca Cronaca Savona

Allerta meteo nel savonese: le scuole chiuse | Notizia in aggiornamento

0
CONDIVIDI
Con Allerta Rossa scuole e luoghi pubblici chiusi, si attende ufficialità dei Comuni

Arpal ha emanato l’allerta meteo per temporali anche nel savonese.

Ecco la modalità dell’allerta

E’ prevista un’allerta gialla su tutta la Regione dalle ore 18 alle 22 di oggi lunedì 14 ottobre. Poi a partire dalle 22 la zona A resta in giallo (fino alle ore 15 di domani), le altre zone (B, C, D, E) passano in arancione fino alle ore 15 di domani, martedì 15 ottobre.

B, C, D, E nuovamente in allerta gialla dalle ore 15 alle 18 di domani.

Ricordiamo anche la suddivisione in zone del territorio regionale:

A: Lungo la costa da Ventimiglia fino a Noli, l’intera provincia di Imperia, la valle del Centa

B: Lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, Val Polcevera e Alta Val Bisagno

C: Lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Valfontanabuona e Valle Sturla

D: Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida

E: Valle Scrivia, Val d’Aveto e Val Trebbia

Ecco la situazione (notizia in aggiornamento) per quanto riguarda l’apertura o la chiusura delle scuole per la giornata di martedì 15 ottobre in provincia di Savona:

Albisola Superiore: scuole chiuse.

Albissola Marina: scuole chiuse.

Altare: scuole aperte.

Bergeggi: scuole chiuse.

Cairo Montenotte: scuole aperte.

Carcare: scuole aperte.

Celle Ligure: a seguito dell’apertura del Coc (Centro Operativo Comunale) è stata decisa la chiusura delle scuole.

Cosseria: scuole aperte. Una parte del cimitero verrà chiusa fino alle ore 24 successive alla fine dell’allerta arancione.

Dego: scuole aperte.

Mallare: scuole aperte. Fatta salva nuova decisione in caso di peggioramento dell’allerta.

Millesimo: scuole aperte.

Sassello: scuole chiuse.

Vado Ligure: scuole chiuse.

Varazze: in seguito all’allerta arancione diramata dalle 22:00 di oggi 14 Ottobre fino alle 15 di domani saranno chiuse scuole di ogni ordine e grado, impianti sportivi, mercati, cimiteri e sospese tutte le manifestazioni pubbliche e private.