Home Sport Sport Genova

Al via la prevendita per la Partita del Cuore per il Gaslini e l’Airc

0
CONDIVIDI
La presentazione della Partita del Cuore in Sala Trasparenza

Al via la prevendita per la 27^ Partita del Cuore, che si disputerà a Genova, presso lo Stadio Luigi Ferraris, mercoledì 30 maggio 2018.

La Nazionale Cantanti scenderà in campo assieme ai Campioni del Sorriso, una squadra davvero speciale composta da grandi artisti, sportivi, personalità nazionali ed internazionali.

L’invito era stato lanciato dal capitano e socio fondatore Gianni Morandi: “Siamo legati a Genova e all’ospedale Gaslini. E’ bello poter tornare a giocare per una causa così importante, ritrovarsi in campo anche se non più giovanissimi”.

“La Nazionale Cantanti e i Campioni del Sorriso – racconta Paolo Belli – giocheranno la Partita del Cuore 2018, organizzata grazie alla collaborazione di Regione Liguria, Comune di Genova e di Costa Crociere, per raccogliere fondi a favore dell’Istituto Giannina Gaslini di Genova, policlinico pediatrico, eccellenza in Italia e di AIRC Associazione italiana per la ricerca sul Cancro, principale finanziatore indipendente della ricerca oncologica italiana. E proprio in una delle camere sterili dell’Istituto c’è una targa della nostra Nazionale e questo ci rende orgogliosi: giocare con la consapevolezza di aiutare questi bambini ci fa sentire davvero grandi”.

“Questa edizione della Partita del cuore – prosegue Belli – servirà anche a ricordare, a onorare, un grande della televisione italiana, che ci ha lasciato troppo presto: Fabrizio Frizzi. È stato naturale pensare a lui, dedicarla a lui, che è stato uno dei presentatori più amati dagli italiani, una persona eccezionale”.

I biglietti si possono acquistare nelle ricevitorie della rete Listicket, sul sito internet www.listicket.com e tramite call center al numero 892101.

Il prezzo del biglietto varia da 10 a 20 euro in base ai settori e non sono previsti ulteriori costi di prevendita.

“La Partita del cuore è un grande appuntamento di sport, spettacolo e solidarietà. La serata del 30 maggio è un’altra tappa di una primavera che per la Liguria è davvero d’eccezione, con tanti appuntamenti di sport di altissimo livello. Con questa partita ricorderemo il grande Fabrizio Frizzi, una persona eccezionale che si era sempre impegnato, anche personalmente, in iniziative di solidarietà” ha dichiarato il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti.

“Raccogliere fondi per l’ospedale Gaslini è il miglior dono che un evento come la Partita del Cuore possa fare non solo a Genova e alla Liguria, ma a tutti i bambini. Quest’anno ricorrono gli 80 anni di attività dell’ospedale pediatrico, che è e continuerà a essere un punto di riferimento a livello italiano e internazionale: il Gaslini è un luogo di cura ma anche di speranza con personale altamente specializzato e spazi a misura di bambino”, ha commentato la Vicepresidente e assessore alla Sanità Sonia Viale.

“In una primavera di grandi eventi sportivi non poteva mancare, in Liguria, l’evento che per eccellenza fa vivere lo sport nel suo aspetto meno competitivo e più sociale – ha spiegato Ilaria Cavo, assessore allo Sport, Cultura e Comunicazione di Regione Liguria. Come ci siamo messi al fianco della coppa Davis e della Final Eight, ovvero degli appuntamenti legati allo sport professionistico, non potevamo, come Regione Liguria, non metterci in gioco per riportare a Genova la partita del Cuore. Anche quest’anno, la presenza e il contributo di ognuno di noi alla ricerca potrà fare la differenza. L’augurio, l’appello, è di riempire il Luigi Ferraris come si merita un grande derby in cui si sfideranno cantanti, attori, comici, personaggi della cultura e dello spettacolo. Sarà un grande derby della solidarietà!”

“Ogni anno in Italia sono circa 2.300 i bambini e i ragazzi che si ammalano di cancro e le stime indicano che da qui al 2020 saranno diagnosticate più di 7.000 neoplasie solo tra i bambini – ricorda Lorenzo Anselmi, Presidente Comitato Liguria AIRC – I ricercatori sostenuti dall’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro negli ultimi decenni hanno contribuito ai più significativi successi portando oltre l’80% dei piccoli pazienti alla guarigione.  Un risultato straordinario che però non ci può bastare perché vogliamo arrivare al più presto al 100%”.

“Il 2018 è un anno speciale per Costa Crociere, in cui celebriamo il nostro 70° anniversario. Vogliamo condividere i festeggiamenti con Genova e la Liguria, che ci ospitano con affetto sin dalla nostra fondazione, attraverso un programma di iniziative realizzate insieme alle istituzioni locali. La Partita del Cuore è un evento a cui teniamo particolarmente, perché porterà nella nostra città tante stelle nazionali e internazionali per una causa molto nobile ed importante, alla quale non potevamo far mancare il nostro sostegno”, ha dichiarato Luca Casaura, SVP Global & Strategic Marketing di Costa Crociere.

La Nazionale Cantanti nacque grazie a Mogol che gettò il seme con una telefonata a Morandi. Fu messa su una squadra con Oscar Prudente, Umberto Tozzi, Andrea Mingardi.

Iniziarono giocando nei campi parrocchiali, ma Mogol pensava in grande, vedeva lontano e continuava a ripetere alla squadra “Andremo negli stadi di serie A, atterreremo in elicottero”.

Il 2 ottobre 1975 a Milano scendono in campo Mogol, Gianni Morandi, Lucio Battisti, Riccardo Fogli, Andrea Mingardi, Umberto Tozzi, Pupo, Paolo Mengoli, Gianni Belli, Pino D’Angiò, Sandro Giacobbe, Oscar Prudente e Tony Cicco per l’acquisto di un’autoambulanza per la Croce Verde di Milano. Da questa idea “rivoluzionaria” nasce l’Associazione Nazionale Cantanti.

Arte, sport e solidarietà possono diventare un motore di sviluppo economico e sociale per il bene comune.

Realtà da record per numero di iniziative realizzate, personaggi famosi coinvolti, organizzazioni non profit supportate e risultati economici raggiunti nella raccolta fondi, con grandissimi campioni non solo dell’arte e dello sport, ma dell’impegno sociale e solidale, in 37 anni di attività e in 31 anni di associazionismo, la formazione ha disputato oltre 550 partite di fronte di oltre 25 milioni di spettatori, in tutti gli stadi italiani, e ha raccolto fondi per una cifra che supera i 90 milioni di euro.

Ventisei degli incontri disputati si sono trasformati in veri e propri eventi televisivi noti come “La Partita del Cuore”. Le sole ultime tre edizioni di questo appuntamento, trasmesse da Rai Uno, sono state seguite da oltre 950 milioni di telespettatori in tutto il mondo.

La presentazione della Partita del Cuore in Sala Trasparenza