Home Cultura Cultura Genova

Al Museo Biblioteca dell’Attore la mostra fotografica I grandi del balletto classico

0
CONDIVIDI
Claire Motte e Michael Denard ne Il lago dei cigni

Lunedì 20 maggio 2019, ore 17 presso il Museo Biblioteca dell’Attore in via del Seminario 10 a Genova, l’inaugurazione della mostra fotografica “I grandi del balletto classico” a cura di Francesca Camponero.

Le fotografie sono senza dubbio lo strumento più efficace per conoscere un momento storico. Molte sono divenute così famose da poter essere riconosciute a colpo d’occhio, altre invece godono di una fama minore, ma non per questo risultano meno emozionanti.

Alcuni passaggi storici fondamentali sono stati immortalati da scatti che ci fanno ripercorrere fatti e persone di ieri, per conoscernli di nuovi o semplicemente per osservarli da un punto di vista nuovo.

La mostra fotografica proposta ha lo scopo di riproporre la grande danza.

Eva Evdokimova. La bella addormentata Opera de Paris

E “grande” non è detto a caso perchè le foto che fanno parte di una collezione privata di Francesca Camponero, riguardano i grandi artisti della danza del passato.

Tutte rigorosamente in bianco e nero ritraggono da Rudolf Nureyev a Margot Fonteyn, Vladimir Vasiliev ed Ekaterina Maximova, Carla Fracci, Roland Petit, Natalia Makarova, spesso fuori scena e quindi inconsuete e particolari.

La Signora Camponero ne possiede stampe originali, spesso autografate, che si possono assolutamente considerare pezzi unici.

Rudolf-Nureyev

Tanti artisti ritratti hanno preso parte al Festival Internazionale del Balletto e molte delle foto riguardano proprio le serate che furono a Nervi in quegli anni.

La mostra, patrocinata dal Teatro Carlo Felice di Genova, sarà presentata per la prima volta al pubblico lunedì 20 maggio 2019, ore 17 al 3° piano della Museo Biblioteca dell’Attore dove rimarrà fino al 20 luglio in concomitanza con la nuova edizione del Festival Internazionale di Nervi.

All’inaugurazione saranno presenti il Sovrintendente del Carlo Felice Maurizio Roi e vari artisti della danza.

L’ingresso è libero.