Home Cultura Cultura Genova

Al Galata presentazione di Recondita Mirabilia

0
CONDIVIDI
Recondita Mirabilia-Riprese serie tv
Recondita Mirabilia-Riprese serie tv

Al Galata presentazione di Recondita Mirabilia con proiezione dell’episodio 0 della serie televisiva. Il 20 gennaio alle ore 17.00, Genova.

Al Galata presentazione di Recondita Mirabilia “Arte & Comunità, la forza di una relazione”.

Venerdì 20 gennaio 2023 alle ore 17.00 al Galata – Museo del Mare si terrà la presentazione del progetto della serie televisiva RECONDITA MIRABILIA “Arte & Comunità, la forza di una relazione”.

Interverranno:

Nicoletta Viziano, Presidente MuMA; Manuela Salvitti, Segretario Regionale del MiBACT per la Liguria; Pierangelo Campodonico, Direttore Mu.MA; Paola Demartini, Università Roma 3; Franco Boggero, storico dell’arte; Marco Kuveiller, regista della serie.

Al termine seguirà la proiezione dell’episodio pilota della serie, Il Teatro dei Cartelami, che si inserisce agevolmente nel Galata Museo del Mare anche per via dei forti rapporti culturali mantenuti, con le tradizioni della Settimana Santa, dagli italiani emigrati nelle Americhe. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Accanto all’Arte italiana più nota e visitata ne esiste un’altra, nascosta e altrettanto affascinante, ma meno percepibile ed esclusa dagli itinerari consueti. La serie televisiva Recondita Mirabilia, prodotta dalla “Start-Up innovativa” HUMAN TOUCH MEDIA, intende riscoprire, un’immensa serie di “casi” non facilmente individuabili sul territorio, e di fatto celati ad un pubblico che potrà, invece, conoscerli, un programma televisivo mirato.

Ogni episodio è un percorso, divulgativo e scientificamente fondato, nella “cultura nascosta”: un sorprendente safari culturale, una risalita verso origini inattese e verso “eccellenze nascoste”.

“Recondita Mirabilia” vuole svelare l’Arte segreta che l’Italia custodisce.

Un programma televisivo è il mezzo più immediato per catturare, su questi temi, l’attenzione del grande pubblico; e non solo di quello internazionale, perché la reale portata del nostro patrimonio resta, in larga parte, sconosciuta agli stessi italiani.

I capolavori presenti nel nostro paese lasciano, comprensibilmente, in ombra i “tessuti minori” e, con quelli, un’impressionante quantità di testimonianze di grande interesse.

In Italia esistono contesti culturali diversi da zona a zona, e spesso da vallata a vallata: tanto che anche gli “addetti ai lavori” faticano a districarsi in un vero labirinto di immagini, simboli, e tradizioni secolari.

Il Ministero della Cultura, con l’istituzione dell’agevolazione fiscale Art Bonus, premia le erogazioni a sostegno della cultura. Facilita anche il reperimento di risorse per la realizzazione di una serie televisiva, con la prevendita a piattaforme e broadcaster internazionali, e fornisce sostegno a programmi europei di valorizzazione culturale.