ARCHIVIO

Vu cumprà leghisti fermati a Nervi dai cantuné: lasciati liberi

[caption id="attachment_213119" align="alignleft" width="728"] I leghisti contro il degrado della passeggiata a mare di Nervi[/caption]

GENOVA. 8 AGO. Hanno steso il telo sul selciato della passeggiata a mare Anita Garibaldi di Nervi. Poi, hanno esposto varie cianfrusaglie e quindi hanno cominciato ad "importunare" turisti e bagnanti per reclamizzare la loro iniziativa.

Un piccolo gruppo di leghisti sabato scorso è stato "controllato" da due cantuné di pattuglia a Nervi, chiamati dai residenti.

Quando gli agenti della polizia municipale hanno visto che, in realtà, si trattava di una manifestazione di protesta contro il degrado e per la riqualificazione della passeggiata a mare, hanno lasciato perdere.

Lasciati liberi di manifestare (pacificamente).

Gli attivisti del Carroccio hanno manifestato anche contro il degrado in cui versa il "gioiellino" dell'hotel Marinella, spesso invaso da immigrati e sbandati.