ARCHIVIO

Via Edera: sinistra sabato in piazza per immigrati, destra contro

[caption id="attachment_191406" align="alignleft" width="567"] Il capogruppo regionale FdI Matteo Rosso e il vicepresidente del consiglio comunale Stefano Balleari: inconcepibile mettere gli immigrati nel palazzo Ceis di via Edera[/caption]

GENOVA. 17 FEB. Sabato prossimo i residenti di sinistra di Quezzi organizzano una manifestazione a favore dell'insediamento degli immigrati in via Edera: "nel nome dell'accoglienza e della solidarietà tra stati e popoli, il comitato per gli immigrati e contro ogni forma di discriminazione sta organizzando un presidio, che si terrà dalle ore 10 in largo Merlo e dove interverranno pubblicamente: Aleksandra Matikj(?) presidente del comitato; Mauro Musa, presidente dell'associazione 3 Febbraio; Antonio Bruno, capogruppo comunale FdS; Massimiliano Melone, segretario Sel Genova; Giuseppe del Molinetto".

«Noi invece - hanno replicato il capogruppo regionale FdI Matteo Rosso e il vicepresidente del consiglio comunale Stefano Balleari (Pdl-FdI) - condividiamo le forti preoccupazioni dei cittadini e delle famiglie residenti nel quartiere popoloso di Genova Quezzi che hanno raccolto circa 1.500 firme per esprimere la propria contrarietà all’arrivo, sembrerebbe imminente, di circa 50 richiedenti asilo nella casa Bozzo gestita dal Ceis. Ci sono molte criticità che non possono non essere tenute in considerazione. Pertanto, ci attiveremo sia in Regione, sia in Comune, per chiedere chiarimenti in merito e soprattutto per verificare come si intenda compatibile questo progetto di accoglienza con le reali condizioni di logistica del quartiere».