ARCHIVIO

Venerdì torna a Savona la Befana degli animali

SAVONA. 4 GEN. Venerdì 6 gennaio torna la Befana degli Animali la tradizionale manifestazione della Protezione Animali di Savona. Per la ventisettesima volta, all’angolo tra Corso Italia e Via Paleocapa, dalle ore 9 alle ore 19.00, sarà presente una simpatica befana armata di scopa e con un cesto colmo di caramelle per la gioia dei più piccoli.

Al banchetto dell’ENPA sarà disponibile una selezione di gadget animali, come il calENPArio 2017 da muro e da tavolo  e simpatiche confezioni con pupazzi animali pieni di gianduiotti appositamente confezionati per Enpa (in numero limitato).

Soprattutto, però, sarà possibile portare materiale per far fronte alle quotidiane esigenze degli amici a quattro zampe o due ali che ENPA soccorre e ricovera presso il canile di Cadibona, il gattile di Albissola Mare, i reparti di cura dei gatti e della fauna selvatica di via Cavour, o che gli altri volontari accudiscono nelle colonie feline nei cortili e nelle vie cittadine.

Per i cani del canile e quelli di proprietari indigenti servono soprattutto scatolette di carne. Per i gatti occorre cibo molto appetibile in formato mousse o paté, che servono soprattutto in inverno per i mici con varie forme di raffreddamento e che vanno  stimolati a mangiare in quanto per l’affezione respiratoria non sono attratti dall’odore del cibo e rischiano di diventare sempre più deboli. Per i giovani sono utilissime le scatolette specifiche per gattini (denominate ‘kitten’), reperibili nei negozi specializzati, crocchette per gattini ed omogeneizzati di carne, disponibili anche nei supermercati.

Per i gatti liberi delle colonie feline di Savona e della la provincia, accuditi da volontari e tutori, servono ingenti quantitativi di scatolette di carne di ogni tipo.

Per animali selvatici sono utili prodotti come latte in polvere per cani ‘Esbilac’, per gatti ‘KMR‘ ed omogeneizzati di carne e frutta, adatti per l’allattamento di ricci e altri mammiferi.

E sono ben accette offerte libere in denaro a sostegno delle spese per l’acquisto di farmaci e per pagare i veterinari.

Ma anche l’iscrizione all’ENPA per l’anno 2017; la linfa vitale dell’associazione è costituita infatti dai soci, che attraverso i loro contributi e il loro sostegno morale scelgono di stare dalla parte dei più deboli e dei volontari in prima linea in difesa degli animali.