ARCHIVIO

Vendevano case all’insaputa di proprietari: in 4 in carcere

LA SPEZIA. 29 GEN. Sei italiani residenti nello spezzino ed in Toscana vendevano case all'insaputa dei proprietari. La banda è stata arrestata dai carabinieri del Reparto operativo del comando provinciale di Spezia dopo le indagini del caso coordinate dal procuratore capo Antonio Patrono.

Quattro persone sono finite in carcere, due ai domiciliari.

Tutte sono indagate per truffa e, a vario titolo, per falsità ideologica, sostituzione di persona e riciclaggio.

L’indagine era partita dalle denunce di due persone che si sono viste spogliate delle proprietà delle loro case nel quartiere di Migliarina e hanno permesso di appurare che gli indagati, attraverso documenti di identità falsificati, sostituendosi ai legittimi proprietari si presentavano davanti a ignari notai e gli inducevano a predisporre procure speciali false, mediante le quali vendevano le suddette unità immobiliari ad acquirenti, anch'essi ignari, per il prezzo complessivo di 100.000 euro.