ARCHIVIO

Universitario chiede scusa per esami non sostenuti e si spara

[caption id="attachment_205744" align="alignleft" width="483"] Tragedia in un alloggio fra Quarto e Sturla: un 27enne chiede scusa per non avere sostenuto gli esami universitari e si spara[/caption]

GENOVA. 16 GIU. Tragedia oggi pomeriggio in un alloggio di via Romana di Quarto a Genova.

Secondo i primi accertamenti, uno studente fuori corso di 26 anni prima ha scritto due biglietti, uno ai genitori e l'altro alla fidanzata, sostanzialmente chiedendo scusa per gli esami non sostenuti all'università.

Poi ha preso la pistola, che sarebbe stata detenuta regolarmente per uso sportivo. Quindi l'ha caricata e si è sparato un colpo mortale.

L'episodio è avvenuto oggi pomeriggio. Sul posto sono intervenuti i volontari del 118, ma per il giovane genovese non c'è stato nulla da fare.

Sul caso stanno indagando gli uomini della squadra Mobile della questura genovese. A trovare il cadavere, in una pozza di sangue, è stata la fidanzata dello studente universitario. Matteo aveva raccontato che stava preparando la tesi di laurea, ma aveva sostenuto solo una decina di esami universitari e non ne dava uno dal 2014. la sua passione erano lo sport, l'arte e i viaggi per mezzo mondo.