ARCHIVIO

Una domenica come tante a Genova: turisti accolti da ubriachi per strada

GENOVA. 1 MAG. "Dopo un convegno sul tema lavoro con grandi interventi da parte degli oratori, dopo un pranzo splendido con vecchi e nuovi amici, rientro a casa e.... dai portici Turati un segno, un motivo che spiega più di mille mie parole agli amici il perché del mio impegno nel quartiere, nella Lega. Non si possono accettare cose come quelle che si vedono in queste foto. Non c'è dignità, senso e rispetto né per l'uomo ne per Genova".

E' il commento pubblicato su Facebook da Antonio Olivieri, dell'associazione di residenti del centro storico Assest, che ieri dopo il convegno con Salvini allo Starhotel President ha notato la scena della pennichella dell'ubriaco per strada, in pieno giorno ed a due passi dall'area turistica del Porto Antico. La foto è una delle tante che circolano sul web e testimoniano il degrado in città.

"Ormai Genova è stata ridotta così - ha aggiunto Olivieri - la foto è di domenica pomeriggio, ma accade spesso, praticamente ogni giorno, di trovare questo spettacolo di fronte al supermercato Ekom di via Turati, vicino al Porto Antico frequentato da turisti e famiglie genovesi.

Si tratta di stranieri con accento dell'Est. Un gruppo di persone che vive e passa la giornata in quel modo, bevendo alcol dalla mattina alla sera per strada. La gente affretta il passo e fa lo slalom tra gli ubriachi, non fermandosi più come prima nelle attività commerciali. Anche perché ha paura.

Insicurezza, illegalità e degrado nel centro storico la fanno da padroni. Noi residenti non ne possiamo più di andare avanti così".