ARCHIVIO

Udinese-Samp, Giampaolo: via la presunzione

GENOVA 29 SET.  «Dobbiamo fare un salto mentale in avanti». Uno slancio verso la piena maturità che Marco Giampaolo fotografa così alla vigilia della sfida contro l’Udinese: «Ci sono due modi di preparare le partite: tecnico e mentale. Questa settimana ho lavorato soprattutto sulla testa dei giocatori. Voglio uscire da questa idea che dopo una grande partita si va a giocarne un’altra che stimola meno e si fa male. Così si ritorna al punto di partenza. Che cosa mi aspetto domani? Un impegno difficilissimo, da dentro o fuori per loro. Avranno un livello agonistico molto alto».

Ambizione. Continuando a parlare della trasferta in Friuli, l’allenatore doriano dice: «È la Sampdoria che deve superare un esame non con il risultato, ma con i contenuti della prestazione. I nostri esami non finiscono mai: non voglio sentire un pizzico di presunzione da parte di nessuno, perché noi tiriamo la linea solo dopo il 20 maggio. Vogliamo avere ambizione, ma non presunzione».