ARCHIVIO

Tutti i vincitori del 41° Invernale del Tigullio

LAVAGNA. 12 FEB. Cala il sipario sulla 41° edizione del Campionato Invernale Golfo del Tigullio, la tradizionale competizione di vela d'altura organizzata dal Comitato Circoli Velici del Tigullio composto da Pro Scogli Chiavari, CN Lavagna, CN Rapallo, CV Santa Margherita Ligure, LNI Chiavari e Lavagna, LNI Rapallo, LNI Santa Margherita Ligure, LNI Sestri Levante e YC Sestri Levante. Dopo lo sfortunato sabato, nessuna prova per totale assenza di vento, ecco una domenica caratterizzata da condizioni ideali per regatare: 8-12 nodi di tramontana e ben due prove per 44 delle 50 imbarcazioni iscritte.

Applausi per Storm (Franco e Giacomo Loro Piana), leader nella generale ORC nelle classi 1-3. Al secondo posto, Capitani Coraggiosi (Federico Felcini, Guido Santoro) e al terzo Amelie di Luca Clavarino e Profumo). Da segnalare, nella nona prova, l’affermazione di Baciottinho (Roberto Gagliardi). Tekno (Piero Arduino), con le due vittorie di oggi, conferma i favori del pronostico nell’ORC 4-5 precedendo Aria di Burrasca (Franco Salmoiraghi) e Free Lance di Federico Bianchi.

Sorride Imxtinente: una serie di vittorie incredibile nella classe IRC 1-3, uno strapotere che mai nessuno riesce, nell’arco dell’Invernale tra novembre e febbraio, a contrastare. Festa grande per Adelio Frixione e il suo equipaggio, sul podio salgono anche Spirit of Nerina (Luca Formentini) ed El Chico di Daniele Fogli. A vincere le ultime 2 prove nell’IRC 4 è Strabilia (Stefano Taverna) ma ciò non è sufficiente per scavalcare Celestina 3, ancora una volta grande protagonista per la gioia di Campodonico, Frixione e Vernengo. Vittoria per 4 punti, alle loro spalle Corto Maltese (Massimo Bonfante).
Un’affermazione e un secondo posto bastano, oggi, a Regatta.exe (Matteo Albanese) per consolidare il primo posto nella classe J80 staccando Montpres (Paolo Montedonico, Luca Rognoni) e Blue Project Sailing Team (Michele Rayneri). I vincitori della classe Libera sono Jonathan Livingston (gruppo 0) di Giorgio Diana, Roba da Pazzi (gruppo A) di Graziano Bonaldo, Miran (gruppo B) di Sergio Somaglia.

“Il bilancio è sicuramente molto positivo – spiega Franco Noceti – Nove prove molto tecniche e spettacolari nelle acque di Lavagna nell’arco di otto combattutissimi week end sono un ottimo segnale, così come lo è il fatto di aver registrato quest’anno un’adesione, in termini di partecipazione davvero molto importante. Non c’è dubbio, l’Invernale del Tigullio, anche nel 2017 sostenuto da Porto di Lavagna, Quantum e Grondona, mantiene, anno dopo anno, intatto il suo appeal”.