ARCHIVIO

Tunisina picchia marito genovese: mascelle e denti rotti, gip vieta avvicinamento

GENOVA. 30 GIU. Umiliato e picchiato. Per anni un 40enne genovese ha subito botte e insulti dalla moglie tunisina violenta, tanto da finire almeno più di una volta al pronto soccorso con la mascella e i denti rotti. La vittima ha avuto il coraggio di sporgere denuncia e la donna è stata allontanata da casa con un provvedimento del giudice del Tribunale di Genova.

Il gip Massimo Cusatti oggi ha inoltre disposto il divieto di avvicinamento della moglie al marito.

Secondo la polizia, la 40enne tunisina aveva picchiato spesso il marito, anche davanti alla figlia di 7 anni. In tal senso, il Tribunale dei minori ha disposto l'affidamento esclusivo al padre per tutelarne l'incolumità.

La donna, risulta quindi indagata per maltrattamenti e non potrà avvicinarsi alla famiglia.

Intanto, il 40enne non sa dove andare perché tutte le strutture che accolgono le vittime di violenza domestica sono attrezzate per ospitare donne e davanti a un caso di violenza al femminile non hanno potuto prendere in carico né lui, né la povera bimba, vittima anche lei della brutta storia.