ARCHIVIO

Trovato con 9 chili di droga ed arsenale in casa: 44enne arrestato

Operazione della Polizia di Stato insieme ai colleghi della Polizia Stradale e della Guardia di Finanza. La Squadra Mobile di Imperia, nell’ambito di una indagine sul traffico di stupefacenti e di armi, ieri ha perquisito l’abitazione del 44enne Antonio De Marte, componente della famiglia De Marte di Diano Marina, più volte al centro di inchieste giudiziarie per mafia.
Nel corso della perquisizione gli investigatori, supportati anche unità cinofile della Guardia di Finanza della Compagnia di Ventimiglia e personale della Sottosezione della Polizia Stradale di Imperia, hanno trovato oltre 9 chili di marijuana, materiale per il confezionamento in sottovuoto, nonché otto fucili clandestini, tutti con matricola abrasa a mezzo di una incisiva punzonatura, il relativo munizionamento ed ingenti somme di denaro contante ritenute provento dell’attività di spaccio e quindi sottoposte a sequestro.

Inoltre, sono state sequestrate tre autovetture nella disponibilità del 44enne che sono risultate provento di furti commessi a partire dallo scorso anno nella provincia di Imperia.

Sulle auto erano state applicate targhe relative ad altri veicoli e non risultate rubate, all’evidente fine, secondo gli investigatori, di occultarne la provenienza illecita.

L’indagine ha riguardato anche il nipote ventenne di De Marte e l’albanese 34enne Fatos Bajrami di 34 anni, pregiudicato, già colpito da espulsione con accompagnamento alla frontiera disposta dal Magistrato di Sorveglianza di Novara e tuttavia mai rimpatriato.

L'immigrato è stato quindi scortato all’aeroporto di Milano e finalmente imbarcato su un volo diretto a Tirana.

A casa del 20enne sono stati trovati e sequestrati pochi grammi di sostanza stupefacente, cocaina e marijuana, e per questo è stato denunciato in stato di libertà.