ARCHIVIO

Trio Paloma, un ponte di poesia tra Genova e La Spezia

GENOVA. 6 DIC. La Liguria continua a dimostrarsi terreno particolarmente fertile per la poesia. Nei giorni del ponte dell'immacolata infatti Genova prima e La Spezia poi ospiteranno lo spettacolo "Siamo contro la retorica dell'alcool" del Trio Paloma. A dare voce e corpo a questo trio, tre tra i migliori poeti performativi della scena italiana: Andrea Fabiani, Gianmarco Tricarico e Lorenzo Bartolini.

"Siamo contro la retorica dell'alcool", già rappresentato con buoni riscontri in due date milanesi, è uno spettacolo di teatro-poesia, in cui la narrazione si alterna alla recitazione dei testi poetici veri e propri e alla pura improvvisazione. Un susseguirsi frenetico di versi e racconti in cui i momenti esilaranti si alternano senza soluzione di continuità ad attimi decisamente toccanti. "Uno spettacolo - dicono gli autori e interpreti - che parla d'amore, d'alcol e di traumi infantili. E che, dopo le ottime serate milanesi, vogliamo portare in giro per il resto dello stivale. A cominciare proprio dalla liguria."

Due, come dicevamo, le date di questo minitur ligure. Giovedì 8 dicembre a Genova, dall'Orso, in via San Bernarndo e Venerdì 9 a La Spezia, all'Origami Live Club di via Manzoni.
Entrambe i locali sono attivi nella promozione della poesia e sono stati recentemente teatro di agguerriti poetry slam.  Non è dunque un caso che siano proprio loro ad ospitare le esibizioni del Trio Paloma. D'altra parte proprio nel mondo del poetry slam è avvenuto l'incontro che ha dato vita al Trio Paloma.
"Il poetry slam è l'inizio - dicono quelli del Trio Paloma -, un modo per avvicinare il pubblico a un determinato tipo di poesia e per creare contatti e relazioni tra i poeti. Quello che vogliamo fare con questo spettacolo è il passaggio successivo. Liberare la poesia dalla dimensione della gara e proporla in commistione con altri generi espressivi."

In quest'ottica va a inserirsi la collaborazione con l'artista visuale Furio Mendoza, che ha concesso al Trio, per la campagna Facebook di promozione di questi eventi, l'utilizzo delle proprie nature morte.