ARCHIVIO

Toti: piano rifiuti tutto da rifare ma a Genova soluzione lontana

[caption id="attachment_146974" align="alignleft" width="501"] La rumenta in città: per Genova soluzione lontana dice Toti[/caption]

GENOVA. 11 APR. «Il piano regionale dei rifiuti  va completamente ridisegnato».

Lo ha detto oggi il governatore Giovanni Toti, in visita alla discarica di Collette Ozotto tra Sanremo e Arma di Taggia, aggiungendo che la giunta regionale si sta muovendo per trovare nuove soluzioni a una situazione sempre più critica in tutto il territorio ligure. Le discariche principali sono al limite, gli impianti per il trattamento sono indietro e la nostra regione è costretta a chiedere l'aiuto delle regioni vicine con aggravi di costi per lo smaltimento.

«La Liguria - ha spiegato Toti - ha bisogno di un sistema di smaltimento più moderno di quello attuale ed ecologicamente compatibile. Stiamo cercando, con l'assessore Giampedrone, di ridisegnare gli ambiti e far partire i progetti nel più breve tempo possibile qui a Imperia come a Spezia. Diversa la situazione per la Città Metropolitana di Genova, la cui soluzione mi sembra ancora purtroppo molto lontana. Vale per i rifiuti urbani ma anche per i siti di stoccaggio strategico degli inerti e per tutto il piano regionale che va completamente ridisegnato. Ci stiamo lavorando con grande lena: avremmo bisogno di contributi costruttivi da tutti, anche dalle opposizioni e dai territori e non semplicemente osservazioni del genere "non accanto a casa mia", come troppo spesso avviene».