ARCHIVIO

Tifosi dell’Albenga fermati in autostrada con bastoni e petardi

Tifo violento. Il campionato ligure di Eccellenza ieri aveva in programma un match che vedeva di fronte due squadre: il Moconesi, squadra di casa, e l’Albenga.

Dalla città delle "cento torri" sono partiti 11 supporter decisi a raggiungere l’entroterra genovese per sostenere i propri beniamini.

I tifosi ingauni, a bordo di una Bmw e di una Citroen, si sono fermati verso mezzogiorno in un Area di Servizio presso Varazze, dove una pattuglia della Polizia Stradale di Genova Sampierdarena ha notato qualcosa di sospetto nei bagagliai delle loro auto tanto che, qualche chilometro più in là, ha deciso di fermarli e di approfondire il controllo.

Dai vani di carico sono saltati fuori lunghi tubi di plastica rigida, un passamontagna, bombolette di vernice spray, bengala fumogeni e torce a mano.

Il porto di questi oggetti, in occasioni di manifestazioni sportive, è assolutamente vietato dalle normative sulle armi e sui dispositivi pirotecnici.

La domenica degli undici irriducibili albenganesi, tutti tra i 20 ed i 40 anni, terminava così alle sette di sera presso la caserma della Polstrada, dove sono stati denunciati per porto di strumenti atti ad offendere e di dispositivi pirotecnici.