ARCHIVIO

TERREMOTO IN CINA. SALE A 381 IL BILANCIO DELLE VITTIME

PECHINO. 4 AGO. Sale drammaticamente a 381 il bilancio delle vittime del violento terremoto che ha colpito ieri la regione meridionale cinese dello Yunnan.

A riportarlo è l'agenzia Nuova Cina; sarebbero, inoltre, oltre 1.800 i feriti e 57.200 gli sfollati, mentre continuano le operazioni di soccorso.

Sempre secondo quanto riporta Nuova Cina, il premier cinese Li Keqiang è in viaggio verso le zone colpite dal sisma.

La scossa si è verificata domenica pomeriggio, in un giorno di bel tempo, colpendo con una magnitudo di 6.1, una scossa di tale potenza non si verificava in zona da almeno 14 anni e ha provocato la distruzione di 12.000 case fra i villaggi del distretto di Ludian, nella montagnosa provincia cinese dello Yunnan.

Una scossa così forte da essere avvertita nella capitale dello Yunnan, Kunming, nelle città vicina di Zhaotong e anche nelle province limitrofe di Guizhou e Sichuan. (nell'immagine di Google Maps: la zona della Cina colpita dal sisma di magnitudo 6.1).