ARCHIVIO

Sversamento petrolio nel Polcevera: salgono a 4 gli indagati

[caption id="attachment_198567" align="alignleft" width="728"] Diga di terra e panne per contenere la marea nera della Iplom nel Polcevera: 600mila litri di petrolio nigeriano[/caption]

GENOVA. 2 MAG. Salgono a quattro gli indagati per lo sversamento di petrolio greggio nigeriano nel Polcevera, avvenuto domenica 17 aprile. La procura genovese, oltre al direttore della Iplom Vincenzo Columbo, ha iscritto nel registro degli indagati altre tre persone. Si tratta di un responsabile della manutenzione, di un direttore tecnico responsabile dell'impianto e di un consulente esterno.

L'ipotesi di accusa per i primi due è di disastro ambientale colposo. Per il terzo è di falso per non avere comunicato alla Capitaneria di porto e ai vigili del fuoco che vi sarebbero stati altre criticità nelle condutture dell'oleodotto, a rischio rottura. L'indagato aveva comunicato che era tutto regolare.

La procura ha incaricato un altro perito per accertare i fatti, dal punto di vista tecnico.