Home Politica Politica Genova

Successo CasaPound: 500 a Nervi. E Plinio ride sotto i baffi. Di Stefano si candida premier

88
CONDIVIDI
Successo Convegno CasaPound a Nervi, Gianni Plinio ride sotto i baffi

Successo di CasaPound all’Astor Hotel di Genova Nervi, dove l’incontro-dibattito per lanciare la sfida della conquista dei seggi in parlamento, ha visto riuniti circa 500 sostenitori.

In prima fila, tra gli altri, anche Gianni Plinio, storico esponente del MSI, amico personale di Giorgio Almirante, ex consigliere regionale del Pdl confluito poi nella dirigenza genovese e nazionale di Fratelli d’Italia, che se la rideva sotto i baffi: “Ho accettato di Pessot e Di Stefano. Credo che per la Liguria e per Genova sia una bella giornata quando un movimento di destra giovane e pulita, forte e militante come CasaPound, apre una sezione in una città che una volta era la Stalingrado rossa.

A Genova c’è bisogno del movimento di militanti che non bada alle carriere e vuole sviluppare il proprio impegno soprattutto nei quartieri più difficili dove c’è stato il grande tradimento dei rossi. Laddove CasaPound sta dalla parte degli italiani, quelli più bisognosi”.


Il vicepresidente di Casapound Simone Di Stefano ha poi annunciato da Genova la sua candidatura a premier al convegno, blindato dalle forze dell’ordine: “Oggi siamo qui con i nostri consiglieri comunali eletti un po’ in tutta Italia e presentare la mia candidatura alla presidenza del Consiglio.

Ovvio che il presidente del Consiglio sarà incaricato dal presidente della Repubblica ma visto che tutti parlano di Salvini premier o di Berlusconi premier io oggi sono qui a dire che sarò ufficialmente il candidato premier di CasaPound alle prossime elezioni politiche”.

Inoltre, ha spiegato che alle prossime elezioni (si dovrebbero tenere a marzo 2018) saranno presenti anche candidati di CasaPound a Genova ed in Liguria.

I sostenitori dell’estrema destra si sono poi spostati in via Montevideo, alla Foce, per l’inaugurazione della sede genovese del movimento. Festeggiamenti fino a tarda serata e nessun incidente.

Nel pomeriggio alcuni attivisti dell’estrema sinistra hanno affisso dei volantini di protesta, anche sulla saracinesca dell’ingresso. La Digos ha identificato i responsabili invitandoli ad allontanarsi prima dell’arrivo dei militanti di CasaPound.

A Nervi alcuni residenti ed una piccola delegazione di Anpi hanno contestato la presenza dell’estrema destra, ma per fortuna al momento non si sono registrati disordini.

Nervi: l’anarchico, CasaPound e la bufala delle lasagne antifasciste

 

88 COMMENTI

  1. Certo che uno spiegamento di forze cosi fa pensare che i poveri che li hanno richiesti dovevano avere paura, nn certo per la perdita della democrazia ma del loro rosso potere gestito qui da anni!

  2. A giudicare da alcuni commenti delle ultime zecche rosse rimaste a GENOVA rode parecchio ! Ma l’avete visto come e stata ridotta la nostra città grazie ai compagni fatevi da parte o verrete spazzati via il vento è cambiato la SUPERBA e libera dal comunismo !!!

  3. Riscrivo visto che avete tolto il commento. Più sproloquiate contro CPI più le date visibilità. Basti guardare la percentuale di share raggiunta da la 7 con Di Stefano ospite. Non occorre aggiungere altro.

  4. Che a Nervi fossero presenti 400 simpatizzanti (come riferito da altri giornalisti sui media) o circa 500, non fa molta differenza. In ogni caso, appare indubitabile il successo di partecipazione. CasaPound ha anche inaugurato una nuova sede a Genova. Se il movimento di estrema destra cresce, occorre solo chiedersi perché. Inutile insultare, fazioso e scorretto tentare di diffamare chi svolge correttamente l’attività di cronista riportando fatti e protagonisti dei fatti.

  5. Ragazzi è indifferente che CasaPound sia voluta a Genova o meno, CasaPound ha già sfondato le porte di questa città come fa da ANNI in tutta Italia, e non si è MAI fermata davanti a qualche adesivo o “bella ciao” di quattro vecchi sfigati putrefatti.
    Mettetevelo in testa, Genova non è (mai stata) più antifascista.

  6. Che tristezza insulti a “destra” e a “sinistra” …. bruttissima atmosfera di intolleranza che mi fa venire in mente tempi bui che ha passato il nostro paese. Evidentemente la storia non ci ha insegnato nulla!

  7. Casapound riempe i vuoti della politica. Riempe la pancia di chi non arriva a fine mese, anziche’ rispondere per slogan ormai desueti , specialmente a sinistra tipo i vetero “fascisti carogne tornate nelle fogne” o “uccidere un fascista non e’ reato” robaccia anni 70 , credo che specialmente voi di sinistra prima vi dovreste domandare :
    a) cosa vuol essere “di sinistra” ? (lasciate stare l’antifascismo…..e’ la medicina per tutti i mali come il Prep quando ero bambino)
    b) se la sinistra esiste, mi dite dove e’? non rispondetemi , “c’e’ esiste e vive intorno a noi” quella e’ la pubblicita’ di una Banca , anche se sinistra e banche….. ditemi cosa ha fatto la sinistra negli ultimi 20 anni, i sindacati, la FIOM , la CGIL , il PCI……di concreto per il popolo.
    c) ditemi cosa intendete per “sicurezza” , per qualita’ della vita, se ‘ giusto aspirare ad una vita serena o e’ “antirivoluzionario” per cui e’ giusto vivere nell’angoscia di una rapina , di uno stupro etc etc
    La sicurezza per voi di sinistra come si esplica ?
    d) E’ piu grave un reato commesso da un “fascista” , da un “clandestino” , da un “italiano ” o il reato e’ reato a prescindere ? ho , come tutti voi, letto di stupri comemssi da italiani e finiti in prima pagina con cortei di femministe in preda a pura isteria , poi leggo di stupri comemssi da “clandestini” e nulla….il nulla assoluto….quindi condividete che un reato commesso da un “clanestino” e’ meno grave per voi ?
    Penso che voi a sinistra prima di voler assumere il diritto di poter rilasciare patenti di democraticita’ e di permessi di spazi politici dovreste fare una bella e sana autocritica e rendervi conto che ormai siete solo degli zombies e le vostre risposte sono automatiche , tipo riflesso di Pavlov….automi manipolati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here