ARCHIVIO

STUDENTE MAROCCHINO 19ENNE ESPULSO DALL' ITALIA

GENOVA. 16 LUG. “ Espulso per motivi di sicurezza nazionale”. Con queste motivazioni uno studente di 19 anni residente a Ceriale di origini marocchine indagato per istigazione e apologia del terrorismo e arruolamento di persone per compiere atti con finalità terroristiche, è stato allontanato dalla propria famiglia e condotto all'aeroporto di Malpensa dal quale raggiungerà il Marocco tramite scorta internazionale.

Non potrà fare rientro in Italia per dieci anni. Il provvedimento è stato emesso dal ministro degli Interni Angelino Alfano.

Gioacchino Alfano, sottosegretario alla Difesa a proposito dell'espulsione ha dichiarato: “Il decreto del ministro Alfano per il giovane marocchino considerato, secondo le indagini della procura, un simpatizzante dell'Isis è la dimostrazione che contrastiamo con azioni concrete il terrorismo jihadista”. “In Italia – aggiunge Gioacchino Alfano - la nostra intelligence in combinato con i provvedimenti legislativi presi dal ministro dell'Interno risulta efficace.
Gli italiani, a differenza di quanto vogliono far credere i populisti allarmisti, sono sorvegliati e difesi con la massima attenzione”.