ARCHIVIO

Stasera vado a Certosa: meno tolleranza per chi vìola le leggi

[caption id="attachment_186916" align="alignleft" width="750"] Toti sul luogo della tragedia di Arnasco: stasera parteciperà alla fiaccolata a Certosa in ricordo di Giuseppe Buttaro, ucciso da un ecuadoriano ubriaco e drogato[/caption]

GENOVA. 29 GEN. Il Presidente Giovanni Toti ha assicurato la sua presenza alla fiaccolata, in programma alle 20,30 in piazza Petrella, in memoria di Giuseppe Buttaro, il finanziere residente ad Albisola ucciso domenica a Certosa da un ecuadoriano ubriaco e drogato al volante. Lo ha annunciato oggi pomeriggio, anche attraverso il sito della Regione Liguria.

«Andrò a fare un saluto agli amici di Certosa - ha detto Toti al termine della seduta odierna di giunta - che saranno in strada per ricordare il finanziere investito in via Canepari. Occorre più tutela e più cultura della legalità. Un incidente può sempre succedere, uno sconsiderato ubriaco alla guida di un'auto può essere italiano o extracomunitario, nessuna strumentalizzazione, ma servono in questa città e in questo paese una maggiore cultura e un maggior rispetto della legge. Servono più controlli, servono più presidi e una minore tolleranza verso gli abusivi e chiunque non rispetti le leggi. In un clima complessivo di cultura della legalità anche certe cose diventano più difficili o almeno più rare».