ARCHIVIO

Spiagge libere attrezzate, Pd dà ok a Toti: mantenere basse le tariffe

[caption id="attachment_206881" align="alignleft" width="728"] Spiagge libere attrezzate, il Pd: mantenere basse le tariffe[/caption]

GENOVA. 28 GIU. Anche i consiglieri del gruppo regionale del Pd oggi hanno votato a favore, in Commissione Ambiente, delle nuove norme sulle spiagge libere attrezzate proposte dalla giunta Toti, che consentono lievi ampliamenti per attività connesse allo sport.

La legge fornisce una serie di criteri, ma poi sarà facoltà della amministrazioni comunali che gestiscono gli arenili dotarsi o meno di tali agevolazioni.

"Crediamo che questa nuova norma permetta di aumentare i servizi destinati ai fruitori - ha spiegato il Pd - con espansioni contenute fino a 150 metri e permesse soltanto su arenili molto ampi per il nostro territorio, visto che si parla di spiagge libere attrezzate oltre i 2500 metri quadrati. L'obiettivo del Pd è salvaguardare il carattere sociale delle spiagge libere attrezzate, mantenendo tariffe contenute e accessibili alla più larga fascia di utenza. Proprio per questo abbiamo condiviso un ordine del giorno che impegna la giunta Toti sul tema della socialità delle tariffe. Il loro tetto massimo è fissato dai vari comuni sul territorio, secondo criteri che garantiscano proprio il ruolo sociale di questi spazi".