ARCHIVIO

Spezia, vince il popolo della legalità: sgomberati marocchini abusivi

[caption id="attachment_197566" align="alignleft" width="680"] Folla di manifestanti a La Spezia contro gli abusivi immigrati: fuori loro, dentro il disabile legittimo assegnatario. Oggi il popolo della legalità ha vinto[/caption]

LA SPEZIA. 11 APR. Una volta tanto hanno vinto gli italiani e la legalità. Dopo le manifestazioni dei giorni scorsi, i marocchini che avevano abusivamente occupato la casa popolare legittimamente assegnata a un diversamente abile spezzino, oggi pomeriggio sono stati fatti sloggiare dall'autorità giudiziaria.

La casa popolare di via Napoli a La Spezia è stata posta sotto sequestro preventivo e quindi sarà restituita ad A.r.t.e. che dovrà riconsegnarla al più presto a Roberto Bolleri. Le immigrate si erano fatte sostanzialmente scudo con i figli e avevano dichiarato di non accettare la sistemazione alternativa offerta dal Comune. Lo spezzino viveva nell'alloggio dal 2003 e se l’era trovato occupato dagli immigrati, dopo essersi assentato un paio mesi per ragioni di salute. La donna di maggior età è tornata presso una parente e la madre dei tre figli si trova in un alloggio protetto gestito dalle suore, ma la sistemazione è pagata dal Comune.

L'altro giorno a la Spezia in molti erano scesi in strada a fare il tifo per Bolleri. Fra i primi che si erano schierati con lui c'erano quelli di Forza Nuova. Poi era stata la volta delle istituzioni, con il consigliere leghista Stefania Pucciarelli e l'assessore all'Urbanistica Marco Scajola (FI).