ARCHIVIO

Spezia: sinistra vince, ma perde un seggio. Costa (AP): exploit di Casati

LA SPEZIA. 9 GEN. È sostanzialmente un 6 a 4 per la lista di centrosinistra l'esito delle elezioni provinciali alla Spezia. La lista di centrodestra ha tuttavia guadagnato un consigliere in più rispetto alle elezioni di due anni fa. A La Spezia hanno votato l'81,3% degli aventi diritto, 399 amministratori. L'attuale presidente della Provincia è il sindaco del capoluogo Massimo Federici, il quale terminerà l'incarico da primo cittadino a maggio. Verrà quindi rieletto dopo le elezioni amministrative spezzine.

Il consigliere regionale di maggioranza Andrea Costa, che sostiene la giunta Toti ed è uno dei fondatori di “La Spezia Popolare”, il Movimento Civico che si sta preparando alle prossime elezioni comunali, è soddisfatto per il buon risultato della lista di centrodestra.

«Abbiamo ottenuto circa diecimila preferenze in più rispetto alle passate consultazioni - spiega Costa - e ritengo si tratti di un risultato importante. Mi congratulo con tutti gli eletti e auguro loro un buon lavoro. Sono certo che i nuovi consiglieri sapranno lavorare al meglio per il bene comune».

Costa ha inoltre sottolineato il brillante risultato ottenuto da uno dei componenti della lista di centrodestra, Kristopher Casati, vicesindaco di Follo e coordinatore provinciale di “La Spezia Popolare”. Casati, infatti, ha ottenuto ben 9714 voti, pari a 47 grandi elettori, risultando così in assoluto  il primo fra gli eletti  di tutte le liste che hanno partecipato alla competizione elettorale.

«In molti - aggiunge Costa – hanno condiviso la grande stima e fiducia che nutro nei confronti di Casati. Sono certo che saprà mettersi al servizio del territorio, del quale ben conosce problemi ed esigenze».