ARCHIVIO

Spezia-Pescara 4-0, poker di forza per le Aquile

Prova di forza per lo Spezia che cala il poker al Picco nella difficilissima sfida contro il Pescara reduce da una buona serie di risultati.

La Curva Ferrovia trascina subito i liguri all'assedio della porta abruzzese e trovano il vantaggio alla mezz'ora della prima frazione con Maggiore che sfrutta un errore della difesa ospite ed insacca.

E' nella ripresa che le Aquile si sfogano: al '9 Ammari appena entrato segna con un gran tiro da fuori nell'angolino basso. Poi tra il '29 e il '38 Granoche e Forte calano il poker finale e fanno esplodere di gioia il Picco intero.

fc

Spezia ( 4 3 1 2 ) Manfredini; De Col, Capelli, Giani, Lopez; Maggiore, Bolzoni,  Pessina; Mastinu; Granoche,Forte.  All. Fabio Gallo

A disposizione Bassi, Saloni, Ceccaroni, Soleri, Augello, Calabresi, Okereke, Terzi, Vignali, Masi, Marilungo, Ammari

Pescara ( 4  3  3 ) Fiorillo; Crescenzi, Coda, Perrotta, Mazzotta; Palazzi, Carraro,  Brugman; Mancuso, Pettinari, Capone.  All. Zdenek Zeman

A disposizione Pigliacelli, Fornasier, Zampano, Campagnaro, Elizalde, Valzania, Baez, Benali, Coulibaly, Del Sole, Ganz, Cappelluzzo

Arbitro: Pinzani di Empoli